Immagine di profilo di eva zenith
Altre Notizie dell'utente


Chi vi ricordano questi tre?
1. Vidkun Abraham Lauritz Jonssøn Quisling è stato un militare e politico norvegese. Ufficiale dell'esercito e discusso politico, fu uno dei più famosi collaborazionisti, mettendosi al delle forze...



I responsabili
Non basta recriminare sui costi del barbiere, del ristorante e degli stenografi del Parlamento. E' ora di ricordare che ci sono dei responsabili politici di questo scandalo. Cioè i Presidenti delle...



La Francia non impara mai
Nel prendere la roccaforte degli insorti nel quartiere di Bab Amr, a Homs, l'esercito siriano ha fatto più di 1.500 prigionieri, per lo più stranieri. Di questi, una dozzina di francesi hanno chiesto...



La penosa retorica dell'opposizione - Parte 2°
Il passaggio dai giallo-verdi ai giallo-rossi non ha migliorato la penosa retorica della neo-opposizione. 6. Il Governo giallo-rosso è "mostruoso"Non c'è rappresentante della...



Decreto semplificazioni: un'altra bufala del regime
1. CERTIFICATI IN TEMPO REALE. Per i cittadini arrivano da subito i cambi di residenza in tempo reale, la possibilità di richiedere certificati per via telematica, documenti con scadenza il giorno...



Impariamo dalla Norvegia
La Norvegia non ha debito pubblico, perchè: 1 - Non ha aderito all'euro. La moneta Norvegese è la Corona. 2 - Non ha privatizzato le aziende energetiche - petrolio (Statoil), energia...



Il regime è come un pugile suonato, ma esulta !
Quello che succede in questo fine 2011 è uno show da ring, dove due pugili o quattro wrestler esausti, dopo dieci rounds, cominciano a barcollare e girare a vuoto: metà ubriachi e metà sfiniti....



La penosa retorica dell'opposizione
Sarebbe normale per l'opposizione, criticare il M5S per la mancata chiusura dell'ILVA o della TAV, per l'entrata dello Stato nell'eurovora Alitalia, per gli eccessi di limiti al reddito di...



Risulta che i Paesi senza euro vadano peggio?
Dei ventisette attuali paesi membri dell'Unione europea, dieci utilizzano ancora una valuta nazionale diversa dall'euro. Fra questi, solamente la Danimarca ed il Regno Unito sono in possesso di una...



Ricette parziali, giuste ma inutili per superare la crisi
Di eva zenith · creato il 31/10/2011 16:09 · vista 1485 volte · ECONOMIA · LOMBARDIA


Quando si discute dei progetti per il superamento della crisi e lo sviluppo, saltano fuori proposte anche lodevoli, giuste ma parziali, e del tutto inutili per l'obiettivo dichiarato. Tobin tax E' un'idea giusta, ma contiene il grave rischio della fuga degli investimenti verso Paesi che non la applicano. Può funzionare in caso di sviluppo finanziario in atto (come 10 o 20 anni fa), ma molto meno in una situazione recessiva. Più tasse = meno investimenti. Meno investimenti = meno tasse. Tassa patrimoniale Altra idea giusta e suggestiva. Far pagare la crisi a chi ha più patrimonio. Anche queste misura però offre gli stessi aspetti negativi della Tob tax. Riduzione costi della politica Proposta giustissima e piena di significati emotivi. Ha il difetto di avere poco peso economico, senza avere alcuna relazione con lo sviluppo. Vendita dei beni dello Stato Altra buonissima idea ma priva di una relazione con lo sviluppo. Una famiglia povera che vende i gioielli per mangiare non diventa più ricca. Recupero dell'evasione fiscale Proposta sacrosanta, ma difetto di avere tempi lunghi. Inoltre il recupero dell'evasione significa maggiori entrate per lo Stato, quindi maggiore spesa pubblica (utile per la sopravvivenza, ma non per lo sviluppo) Aumento età pensionabile Ipotesi in linea con l'aumento della prospettiva di vita, ma utile per il bilancio pubblico e dannoso per le giovani generazioni. Comunque senza alcuna relazione con lo sviluppo. Opere pubbliche Più soldi allo Stato e più opere pubbliche è un'idea affascinante, ma col limite di uno Stato che non sa più fare grandi opere. Anche quando riescono, le opere pubbliche creano più spesso assistenza che ricchezza. Tutte queste proposte sono fondate e ragionevoli. Poniamo il caso (impossibile) che qualcuno riesca a realizzarle tutte insieme. L'Italia supererebbe la crisi ? Niente affatto. Vivrebbe solo un'agonìa più comoda e lenta. Il superamento della crisi può essere ottenuto solo con l'aumento dei generatori di ricchezza. Più imprese di qualità, più esportazioni, migliore sfruttamento delle "miniere" nazionali. Il che rende l'uscita della crisi un sogno ingenuo.



Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011