Immagine di profilo di eva zenith
Altre Notizie dell'utente


Salute e sicurezza vs. libertà
Il motivo per cui l'Italia e l'Europa, ma forse l'intero Occidente, non usciranno dalla crisi per decenni non è finanziario, nè economico, nè politico ma psicologico. L'Occidente ha subìto dal...



Se ci fosse una vera sinistra
La prima cosa che dovrebbe fare sarebbe riconoscere umilmente che gli italiani hanno scelto certe cose e non altre. E' per questo che hanno votato (i pochi che l'hanno fatto). Vogliono più...



Chi vi ricordano questi tre?
1. Vidkun Abraham Lauritz Jonssøn Quisling è stato un militare e politico norvegese. Ufficiale dell'esercito e discusso politico, fu uno dei più famosi collaborazionisti, mettendosi al delle forze...



La vita in un'era di povertà: profezie e istruzioni per l'uso
Checchè ne dicano i maghi Silvan del regime , l'Italia non uscirà dalla crisi e dovrà affrontare almeno 30 anni di povertà. Ci aspetta una replica degli anni cinquanta, ma senza la speranza di...



Paradossi della diversità (Guido Contessa)
La società è costituita da migliaia di gruppi, uno diverso dall'altro. L'identità di ciascuno è definita da un perimetro più o meno ampio. Se è più...



Domande di un sempliciotto (3)... sul naufragio del Giglio
Queste navi ultramoderne non hanno un sonar, che avvisa se hanno di fronte uno scoglio? Non esiste un sistema, come quello per gli aerei, che controlla da terra le rotte (almeno vicino alla costa)...



NESSUNO VENDE CIO’ CHE SEMBRA
  X. Echeverrìa in un testo di pochi anni or sono (“Telepolis”), preconizzava l’affermarsi sulla scena del capitalismo post-moderno della identificazione fra lavoro e...



Due domande sulla questione marò
1. Invece delle tante chiacchiere perchè non ci dicono se i marò sono colpevoli o innocenti? 2. Militari a difesa di navi cargo: prossimamente dobbiamo aspettarci militari davanti alle banche o al...



La penosa retorica dell'opposizione
Sarebbe normale per l'opposizione, criticare il M5S per la mancata chiusura dell'ILVA o della TAV, per l'entrata dello Stato nell'eurovora Alitalia, per gli eccessi di limiti al reddito di...



Inkazzature e sordità del centro-sinistra
Di eva zenith · creato il 06/09/2018 19:11 · vista 332 volte · POLITICA · LOMBARDIA


La debacle del centro-sinistra è facilmente spiegabile. I cittadini da anni segnalano problemi ma il centro-sinistra mostra solo sordità, sottovalutazione o irrisione. Quelli che sono contrari ai vu' cumpra sono razzisti. Quelli che segnalano favelas illegali ai bordi delle città sono xenofobi. Quelli che temono i criminali sono visionari allucinati: le statistiche dicono che i crimini sono diminuiti. Quelli che sono sdegnati dai privilegi della casta non capiscono che la democrazia ha dei costi. Quelli che guadagnano 15-20 euro al giorno e inveiscono contro i 35 euro dati per mantenere i richiedenti asilo e i migranti economici, sono contro l'accoglienza e la carità cristiana.

Integrazione impossibile
L'Italia è un Paese nel quali la frazione di un Comune considera stranieri gli abitanti della frazione vicina. Nel quale i siciliani considerano stranieri i lombardi e i torinesi considerano stranieri i pugliesi. Nel quale gli ebrei hanno cimiteri riservati e nel quale le chiese cattoliche non vengono usate per la preghiera dei musulmani.
Ora gli italiani si trovano a dover integrarsi con milioni di europei, africani, sudamericani , orientali e medio-orientali che spesso non parlano italiano; che accettano lavori sottopagati, in nero e pericolosi; che spesso hanno l'illegalità come unico mezzo per sopravvivere. Gli immigrati a loro volta sono invitati a integrarsi in un Paese che offre loro solo elemosine, nessun diritto, nessuna abitazione, poco o nessun lavoro in condizioni di semi-schiavitù, due o tre anni di limbo solo per sapere se la domanda di ingresso è accettata.
La risposta del centro-destra sappiamo quale è, e non ci piace granchè: ma quale è la risposta del centro-sinistra? Accogliamo, arrangiatevi e integratevi.

Ambulanti immigrati
L'Italia è un Paese in cui un parrucchiere è stato multato per avere "fatto i capelli" alla propria madre, senza rilasciare scontrino. Un Oratorio è stato multato per avere fatto una riffa senza pagare le tasse. Un gelataio è stato punito per avere messo della panna montata omaggio sopra il cono gelato (senza segnalarlo sullo scontrino). Di fronte a tutto ciò spiagge e strade sono inondate da ambulanti che vendono qualsiasi cosa senza sapere cosa sia uno scontrino. E non vendono collanine artigianali fatte a mano nottetempo, ma prodotti cinesi e/o contraffatti, importati o prodotti da una simil-mafia tutta italiana.
La risposta del centro-destra sappiamo quale è, e non ci piace granchè: ma quale è la risposta del centro-sinistra? Definire razzista chi è contro i "vu'cumprà".

Palazzoni illegali, baraccopoli e "campi" vergognosi
L'Italia è un Paese nel quale se vuoi allargare una finestra devi avere una marea di permessi. Un tale ha costruito un capanno degli attrezzi (di legno) nel suo giardino: la gestapo comunale l'ha abbattuto. L'Italia è un Paese nel quale, se sei povero o troppo anziano, ti tolgono i figli e li sbattono in qualche struttura di affido.
L'Italia è un Paese nel quale se non fai la differenziata dei rifiuti, ti mettono alla gogna.
Di fronte a tutto ciò, gli italiani vedono spuntare palazzoni illegali su ogni spiaggia, senza che nessuno intervenga durante la costruzione. Vedono nascere ed espandersi baraccopoli totalmente illegali, spesso con bambini mandati per strada invece che a scuola, e con montagne di rifiuti malsani che nessuno differenzia o raccoglie.
La risposta del centro-destra sappiamo quale è, e non ci piace granchè: ma quale è la risposta del centro-sinistra? Definire xenofobi quelli che osteggiano baraccopoli e campi.

Criminalità
L'Italia è un Paese nel quale in molte strade nessuno passeggia più di sera. Nel quale attraversare una stazione ferroviaria è come correre su un campo minato. Nel quale molti esercenti hanno avuto anche 10 furti o rapine. Nel quale ci sono 1000 morti l'anno sulle strade. Nel quale ogni 3 giorni viene uccisa una donna, e 11 donne al giorno sono violentate
L'Italia è un Paese nel quale molte denunce per reati meno gravi non si fanno nemmeno più. Vi hanno svaligiato la casa? Solo nel 2,7 per cento dei casi le forze dell'ordine trovano il ladro prima della fine dell'anno in cui è stato commesso il delitto. Per le rapine, va un po' meglio: la media sale al 24,1 per cento. Per i borseggi, invece, siamo proprio al disastro: il responsabile finisce davanti al giudice solo 2 volte su 100.
Furti in generale? Il ladro viene scoperto appena nel 4,4 per cento dei casi. Furti nei negozi? Grazie alle telecamere di sorveglianza si arriva al 22,7 per cento dei casi. Ma se vi rubano l'automobile, scordatevi di rivederla presto: 1,3 per cento di casi risolti. Le rapine sono un reato più grave, implicano l'uso delle armi e la minaccia fisica, quindi i magistrati impongono uno sforzo investigativo maggiore che porta la media dei casi risolti entro l'anno al 24,1 per cento. Per le rapine in abitazione si arriva al 27 per cento, nei negozi al 38,5 per cento.
La risposta del centro-destra sappiamo quale è, e non ci piace granchè: ma quale è la risposta del centro-sinistra? I reati diminuiscono e la paura è indotta dalla propaganda "violenta" del centro-destra.

35 euro ai migranti
L'Italia è un Paese con 5 milioni di cittadini in condizioni di povertà assoluta e 7 milioni in condizioni di povertà relativa. Vuol dire che in media 12 milioni di cittadini (il 20%, cioè la stessa percentuale della casta dei paria in India) vivono con meno di 400-500 euro ciascuno, circa 15 euro al giorno. L'Italia è un Paese che ha ucciso il welfare state in nome delle "necessarie" restrizioni di bilancio. Nello stesso tempo i cittadini vengono a sapere che il costo diretto per ogni migrante è di 35 euro al giorno, pari a 1050 euro al mese. Soldi che non vengono dati ai migranti, ma a organizzazioni che lucrano trattando gli "ospiti" come schiavi. Poi ci sono i costi indiretti per il salvataggio, l'identificazione, lo smistamento, la sanità e l'istruzioni.
La risposta del centro-destra sappiamo quale è, e non ci piace granchè: ma quale è la risposta del centro-sinistra? L'Italia ha l'obbligo della solidarietà per i migranti (non per i cittadini) e molti costi vengono rimborsati dalla UE, che non rimborsa le spese per i "parìa" italiani.




Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011