Immagine di profilo di Salvatore Santoru
Altre Notizie dell'utente


Oltre la crisi dell'attuale UE, per un'altra Europa unita migliore e diversa
Da un pò di tempo l'euro e l'UE sono diventati l’argomento di tema economico e (geo)politico principale trattato nei talk show politici e non . Sostanzialmente ci sono due teorie...



Dalla crisi al cambio di paradigma
Il celebre scrittore e filosofo Ivan Illich , affermava che la crisi non va solamente intesa nel suo significato comune , ma può anche indicare : " l'attimo della scelta, quel momento...



Sempre più tagli per le spesa sociale , ma per quella militare i soldi ci sono sempre
Il presidente statunitense Barack Hussein Obama , in questi giorni in visita in Italia , ha detto : " Sono preoccupato dalla riduzione delle spese militare di alcuni nostri partners della NATO . A...



Edward Bernays , il consumismo e la manipolazione delle masse
Nato negli Stati Uniti D'America e diffuso su larga scala prima in Europa e poi sempre di più nel mondo intero , attualmente il consumismo è il sistema economico dominante , anche se...



La BCE detta legge: come costruire il cambiamento?
L'ormai famosa "lettera segreta della BCE" al governo italiano del 5 agosto 2011 e recentemente pubblicata su vari quotidiani nazionali, costituisce l'ennesima dimostrazione di come operi il potere,...



La sovrappopolazione mondiale , tra mito ideologico e realtà
Al giorno d'oggi si fa un gran parlare del problema della " sovrappopolazione " . Stando alla teoria più in voga del momento , l'umanità non sarebbe più sostenibile per il...



Le ideologie organizzate e la manipolazione delle masse
Karl Marx diceva che la religione organizzata era l'oppio dei popoli . Marx non teneva però conto del ruolo che potevano avere le ideologie organizzate , che si potrebbe ben dire che fungono...



La "fine delle ideologie" e l’ideologia del pensiero unico
Nel 1992, il politologo statunitense Francis Fukuyama elaborò la teoria della fine delle ideologie nel suo bestseller "La fine della storia e l'ultimo uomo". Nel libro, la storia...



Dalla società dell'immagine all'era tecnocratica
Di Salvatore Santoru · creato il 20/03/2014 00:56 · ultima modifica 20/03/2014 00:56 · vista 1100 volte · CONOSCENZA · INTERNAZIONALE




Secondo molti opinionisti la società occidentale sta andando verso una forte deriva tecnocratica .
Difatti ogni aspetto della vita sociale e non è sempre più fortemente pianificato , regolato , razionalizzato e succube della logica utilitaristica dell'efficienza ad ogni costo e della prestazione , veri e propri dogmi moderni .
La creatività , la riflessione e dulcis in fondo la libertà vengono costantemente ingabbiate dentro determinati e ristretti spazi e attaccate nella loro essenza in quanto scomode in una società dove contano solo i risultati che si ottengono aldilà dei mezzi usati .
Tutto ciò si riflette nella crisi della cultura umanistica , considerata " inutile " in quanto scarsamente remunerativa economicamente e socialmente : infatti il pensiero critico e magari indipendente è un bell'ostacolo a qualsivoglia realizzazione uniformante della società .
Proprio poche settimane fa lo studio della filosofia è stato eliminato dai corsi di laurea in pedagogia e scienze dell'educazione ed è stato deciso di ridurla di un'anno nei licei , e l'obiettivo è di eliminarla totalmente come è stato fatto anni fa in Francia e Spagna , visto che si deve seguire l'andazzo europeo , e appunto come è noto la stessa Ue è basata sulla tecnocrazia .
Inoltre si assiste sempre più spesso alla standardizzazione e omologazione di tutto ciò che vada oltre questioni puramente commerciali o tecniche : per fare un esempio , la musica mainstream è sempre più uniformizzata , catalogata dentro rigidi schemi , confezionata , impacchettata e sottoposta alla dittatura del marketing e ai diktat della società dell'immagine , tanto che gli artisti tanto acclamati dalla massa molto spesso non sono altro che venditori di illusioni totalmente fabbricati ad arte dalle grandi major , e questo processo sta interessando sempre di più anche il fenomeno delle " sottoculture " , sempre di più rispondenti a determinati criteri indispensabili per mantenere in vita il teatrino delle " distrazioni di massa " .

Fonte:http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2014/03/dalla-societa-dellimmagine-allera.html



Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011