Immagine di profilo di enzo sanna
Altre Notizie dell'utente


“Venghino, signori elettori, venghino!”. Il mercato delle promesse elettorali ha spalancato i battenti.
La battaglia elettorale in vista delle prossime venture consultazioni nazionali non è ancora entrata nel vivo ma già prendono forma gli argomenti sui quali si svolgerà non...



Mini-BOT o maxi truffa?
Si sa: una delle caratteristiche distintive del “bidonista”, ossia dell’imbroglione professionale, sta nel far passare per ovvie, scontate, perfino lapalissiane, le proposizioni...



Dal Sindaco d’Italia all’Avvocato degli italiani, ossia da Renzi a Conte. Che brutta fine!
Ricordate il “Sindaco d’Italia”? Sì, parliamo della definizione affibbiata, tra l’apprezzamento e il dileggio, all’allora rampante Matteo Renzi, ex Sindaco di...



Tanto tuonò che piovve. Dal giustiziere fascista di Macerata ai braccialetti di Amazon: prove di neo-fascismo alle porte?
L’attentatore ventottenne di Macerata, avvolto nel tricolore con tanto di plateale esibizione di saluto fascista, arrestato dalle forze dell’ordine subito dopo aver sparato...



M5S-Lega: partiti di latta e di sgoverno.
Ricordate il partito di lotta e di governo? Il concetto voleva rappresentare un soggetto politico capace di far quadrare la lotta, dunque la protesta, con l’iniziativa (progressista) di...



Una nuova sinistra è possibile, a condizione che rinunci al prefisso “ri”.
Mentre M5S e Lega tubano nel tentativo di trovare un espediente dignitoso (leggi furbesco) di convolare a “giuste” nozze, vale la pena di dare uno sguardo verso sinistra nel tentativo di...



Il fascismo che verrà. Prove in grande stile da parte della destra grillo-leghista.
Spuntano come funghi, di questi tempi, i commentatori e gli analisti pronti a contraddire chiunque, di sinistra e non solo, si permetta di denunciare il pericolo imminente di “regime”...



La terra promessa di Letta, miraggio nel deserto delle idee.
La prima considerazione a venire alla mente dopo le ultime dichiarazioni del Presidente del Consiglio Letta circa la “terra promessa” oramai vicina è che vi sia più...



Grasso che cola sulla sinistra “unita”? Staremo a vedere.
Di questi tempi, parlare di sinistra unita può somigliare a un miraggio. Ma ci vuole un attimo a scuotersi dall’intontimento e comprendere quanto il miraggio rifranga il vacuo, il...



Grillini: gli arancini del Movimento.
Di enzo sanna · creato il 03/11/2016 17:26 · vista 623 volte · POLITICA · ITALIA


Nel romanzo di Andrea Camilleri "Gli arancini di Montalbano" il noto commissario fa carte false pur di accogliere l'invito a cena della signora Adelina la quale, a detta di Salvo, cucina i migliori arancini della Sicilia e, dunque, del pianeta intero. Conclusa la cena, il goloso commissario non disdegna di accettare, e portar via, una intera teglia di arancini gentilmente offerti dalla padrona di casa.

Stando alle notizie diffuse dalla stampa (quella acrimoniosa e maldicente, s'intende), in occasione della kermesse palermitana dei grillini tenutasi nei giorni 24 e 25 dello scorso settembre, uno chef locale ha fornito il numero rilevante di quattromila arancini per deliziare il fine palato dei convenuti, forse anche con lo scopo di far liberare le loro bocche dal retrogusto meno fine lasciato dal costante turpiloquio del loro idolo Beppe Grillo. Lo chef in questione lamenta, però, che ad oggi il Movimento avrebbe saldato solo per metà la fornitura e, vista la malaparata, minaccia di ricorrere alla carta bollata per far rispettare il contratto, guarda caso solo verbale. Naturalmente, gli organizzatori contestano allo chef presunte inadempienze beccandosi di ritorno l'accusa di aver rivenduto gli arancini al prezzo unitario di 3,50 euro contro i normali 2 di listino (e meno male che i grillini avversano l'euro!). Insomma, se ciò corrisponde al vero, ci hanno pure fatto su una bella cresta.

Nel frattempo, i più volenterosi potrebbero andare a controllare se nel calderone dei 100.000 euro di rimborsi spese richiesti dal pentastellato vice-presidente della Camera Luigi Di Maio si rintracci qualche ricevuta relativa agli arancini palermitani. Chissà.

L'immagine dei grillini scricchiola da tempo, a onta dei sondaggi, e non certo per gli arancini, sulla cui vicenda viene naturale scherzarci sopra, ma per ben altre più serie vicende quali, ad esempio, quelle relative alle firme false per le elezioni comunali proprio a Palermo e, stando a ciò che si vocifera, non solo lì, senza voler citare le vicende romane intrecciate di mega-compensi, mega-inadeguatezze, mega-inettitudini e via dicendo.

Insomma, se è vero che in ogni favola esiste una morale, allora gli arancini palermitani si prestano in pieno alla bisogna. Non basta che attivisti esagitati urlino "onestà, onestà", incitati da capipopolo poco o per niente credibili, perché "onestà" sia.

Qualora vi capitasse di avere in casa degli arancini ancora fumanti, gustosi come quelli di Adelina, che sprigionano tutto il loro invitante aroma e avvertiste un bussare alla porta, prestate attenzione. Se, chiedendo "Chi è?", anziché sentire "Montalbano sono", una voce nasale vi risponde "Beppe Grillo sono", non aprite. Date retta e... affrettatevi a far fuori gli arancini.



Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011