Immagine di profilo di enzo sanna
Altre Notizie dell'utente


M5S-Lega: partiti di latta e di sgoverno.
Ricordate il partito di lotta e di governo? Il concetto voleva rappresentare un soggetto politico capace di far quadrare la lotta, dunque la protesta, con l’iniziativa (progressista) di...



Una volta eravamo -isti, oggi siamo -iani. Che brutta fine.
Lungi dal volersi impelagare in uno slalom attraverso concetti quali deonimici, eponimi, deantroponimici, deonomastici e amenità varie tali da far venire il mal di testa persino ai linguisti...



Il PD senza Renzi
Renzi se n’è andato dal PD. Evviva! Finalmente! Era ora! Meglio tardi che mai! Queste (e tante altre) espressioni di giubilo avrebbero dovuto occupare nei giorni scorsi le pagine dei...



Io ti spio, tu mi spii. Spiamoci a vicenda, con amore.
Lo scandalo Datagate, da grana imbarazzante per il presidente Obama, sta assumendo sempre più i connotati di un film comico sulla scia di quelli della serie “Una pallottola...



La CGIL toglie il sorriso alla Leopolda.
Pochi commentatori, anche tra i più attenti, hanno notato un particolare che da solo illustra meglio di ogni parola o considerazione il significato di quanto accaduto nei giorni scorsi con le...



Il feldmaresciallo Salvini.
Macché Capitano! Promuoviamolo sul campo questo brav’uomo. Lui, Salvini, appellato del grado dalla stampa scritta e non, lavora indefesso giorno dopo giorno, ora dopo ora, minuto dopo...



L’italiano “medio” ama Salvini?
L’italiano “medio” ama Salvini? La domanda, per non essere considerata banale, necessita di qualche precisazione; intanto che cosa si intende per “italiano medio”....



"Quindici uomini sulla cassa del morto". L'Italia sospesa tra epilogo e resurrezione.
Molti ricorderanno la famosa canzone dello sceneggiato televisivo "L'isola del tesoro", tratto dal romanzo di Stevenson e mandato in onda dalla RAI quando chi scrive aveva ancora i pantaloncini...



I proclami di Grillo (e degli altri) alla prova delle urne
Le burocrazie di partito, spesso per bocca dei massimi dirigenti, non disdegnano di cimentarsi in TV e sulla carta stampata nell’analisi dei dati diffusi dai vari istituti demoscopici con...



Anno nuovo, politica vecchia, con una piacevole eccezione.
Di enzo sanna · creato il 30/01/2015 16:09 · vista 937 volte · POLITICA · ITALIA


Avranno tutti notato che sei mesi di presidenza UE capeggiata da Renzi non hanno prodotto il benché minimo cambiamento nelle politiche dell'Unione, mentre pochi giorni di governo greco da parte di Syriza hanno messo il "peperoncino piccante" dentro certi pertugi della burocrazia politico-burocratico-finanziaria europea e non solo. Il detto usato e abusato del "tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare" trova conferma piena: Renzi il parolaio ha terminato il proprio mandato senza concludere un classico piffero; oltre il mare, Tsipras ha già iniziato a dare concretezza alle promesse elettorali dimostrando ai burocrati di Bruxelles e alla Merkel che non si possono atteggiare impunemente a capi del mondo e devono, si ripete devono, scendere a patti se non vogliono sfasciare tutto.

Sulla inconsistenza del semestre renziano si può richiamare un video che circola in internet in cui una persona mostra sullo schermo del proprio iPhone un gioco in cui si muovono alcune formiche e, di fronte, una rana in carne ed ossa che tenta di afferrarle. La povera bestiola, inconsapevole, allunga lingua e labbra facendo sparire dallo schermo, col suo tocco, la formica destinataria del tiro, dandole l'illusione di averla mangiata.

Sostituiamo Renzi, il suo governo, il suo fare, allo schermo iPhone e le proposizioni verbali di costoro alle formichine che lo attraversano; la ranocchia, come ovvio, rappresenta simbolicamente l'elettorato. Tante parole al vento e altrettanti fatti inconsistenti, quando non inesistenti, accompagnano da tempo gli italiani, confusi da dati propagandistici e cifre inventate su occupazione, imposizioni fiscali, servizi sociali, sanità e via dicendo, puntualmente smentiti dalle cifre ufficiali dell'ISTAT.

Renzi ha trascorso il proprio semestre alla UE senza lasciare alcun segno, né positivo né negativo, insomma, del tutto inutile, inconsistente e ininfluente. Tsipras, invece, ha intrapreso da pochi giorni il proprio mandato e già mette spalle al muro persino qualche tedesco arrogante il quale (la quale?) finge d'ignorare quanto gli Stati europei, Grecia compresa, abbuonarono alla Germania dopo la fine dell'ultimo conflitto mondiale, nonostante le sue immani responsabilità in termini di vite umane e conseguenze economiche, sorvolando su tutto il resto.

Da noi in Italia il povero ranocchio assiso di fronte al video dell'iPhone, continua a illudersi di ingoiare formiche. Prima o poi si renderà conto che la faccenda è solo "virtuale", esattamente come le proposizioni di Renzi, mentre altri in Europa dimostrano di saper essere concreti. Verificheremo dopo l'elezione del Presidente della Repubblica se le cose continueranno a marciare e a marcire come sempre, oppure se verrà finalmente una nuova primavera anche dalle nostre parti, esodando Renzi e le sue truppe cammellate.



Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011