Immagine di profilo di enzo sanna
Altre Notizie dell'utente


Robot Vs. umani. E Bill Gates si reinventa “comunista”.
Da quando, nel lontano 1920, Karel Čapek, scrittore ceco, coniò il termine “robot” (robota in lingua originale)per indicare un “lavoratore meccanico” e Isaac Asimov,...



Briatore il bocconiano e la "Lectio magistralis".
La Lectio magistralis tenuta dal "docente" Briatore alla Bocconi è l'immagine più calzante di quanto in basso sia caduta la sensibilità di certa intellighenzia nostrana. L'uomo...



Puppato, Serracchiani, Civati, Barca: un poker vincente contro il tris Renzi, D’Alema, Epifani.
Il dibattito precongressuale che impegna il PD rischia di essere indirizzato sempre più verso uno scontro sulle regole e, di conseguenza, sviato dal confronto sulla sostanza delle posizioni in...



Renzi al Lingotto: un po' Jimi Hendrix un po' Radiohead.
Nel godermi la diretta tv del discorso di Renzi al "Lingotto '17" e scarabocchiando qualche appunto, mi sono ritrovato a provare quasi un moto di sconcerto nel constatare l'ossessivo uso della prima...



M5S “festeggia” a Roma il primo anno di giunta Raggi, ma la torta è senza candelina.
Non sembra vero, eppure così è, se vi pare (e anche se non vi pare). Scomodare Pirandello, con tanto di scuse per la inappropriata citazione, è veramente troppo. Meglio volare...



I proclami di Grillo (e degli altri) alla prova delle urne
Le burocrazie di partito, spesso per bocca dei massimi dirigenti, non disdegnano di cimentarsi in TV e sulla carta stampata nell’analisi dei dati diffusi dai vari istituti demoscopici con...



La particella Xi e la speranza della sinistra.
Nell’accavallarsi dei titoli d’apertura dei TG si rischia, in parecchie occasioni, di provare una vaga sensazione di disorientamento. In qualche raro caso, invece, la sequenza dei titoli...



L’arma a doppio taglio dei referendum “nordisti”, ossia del dispetto del marito alla moglie.
I sorrisi di comprensibile soddisfazione del presidente della regione Veneto, Luca Zaia, e quelli più che forzati a uso delle telecamere del presidente della regione Lombardia, Roberto Maroni,...



Io ti spio, tu mi spii. Spiamoci a vicenda, con amore.
Lo scandalo Datagate, da grana imbarazzante per il presidente Obama, sta assumendo sempre più i connotati di un film comico sulla scia di quelli della serie “Una pallottola...



Dieci piccoli indiani: il “giallo” già sbiadito del PDL. Il PD non ne ha letto la trama.
Di enzo sanna · creato il 08/10/2013 18:10 · vista 1112 volte · POLITICA · ITALIA


Il romanzo di Agatha Christie, “Dieci piccioli indiani”, vede dieci persone, tra loro sconosciute, invitate a trascorrere un weekend su un’isola denominata Nigger Island. Non sanno il perché, ma accettano la proposta anonima. I dieci personaggi, giunti sull’isola, vengono tutti accusati di essere degli assassini. Una filastrocca accompagnerà alla morte ognuno di loro: “Dieci piccoli negretti se ne andarono a mangiar, uno fece indigestione, solo nove ne restar. Nove piccoli negretti… etc. etc.”.

Il “giallo” relativo al PDL vede invece dieci o più piccoli caporali, che ben si conoscono tra loro, invitati nell’aula del gruppo a decidere sulla sfiducia al Governo, rivoltarsi al grande vecchio tanto da costringerlo a più miti consigli, facendogli effettuare a denti stretti, strettissimi, un clamoroso dietro-front sul voto riguardante l’accoppiata Letta-Alfano.

Letta esulta, tanto da cantare la filastrocca: “Dieci o più piccoli caporali al gran capo si rivoltaron, Alfano di voti nel suo gruppo fece indigestion”. Il Presidente del Consiglio, ancora gasato dal voto di fiducia, si lascia andare a commenti tanto ingenui quanto inopportuni in merito alla costituzione di un gruppo scissionista dal PDL, forse nella candida convinzione di dare una mano al suo oramai ritenuto fido vice Alfano.

Viene da chiedersi: “Ma si può?”. Costui è il Presidente del Consiglio dei Ministri, non l’ultimo dei peones impegnati a scaldare sedie in Parlamento. Dovrebbe avere un minimo di visione politica e di capacità cognitive tali da indurlo a ipotizzare le conseguenze di certe esternazioni. Il vice Alfano, infatti, mostrando una volta tanto i gracili attributi, risponde senza preamboli a Letta di farsi gli affari suoi lasciando a quelli del PDL di farsi i loro in casa propria. Risultato? I dieci o più caporali del PDL, lungi dal mettere in atto le minacce di scissione, si baciano e abbracciano con i loro avversari interni, attenti comunque a non mostrare la giugulare ai Bondi, ai Brunetta o, peggio, alla Santanchè, non si sa mai. Insomma, il “giallo” sbiadisce giorno dopo giorno riacquistando i toni del ben noto grigiore.

Viene dunque da chiedersi per chi tifi Letta. Sino ad ora le sue poche iniziative stanno ottenendo il risultato, diretto o indiretto, di aiutare Berlusconi a rimanere a galla. C’è infine da chiedersi se il PD abbia mai letto il citato giallo di Agatha Christie. Qualcuno può far loro sapere che alla fine muoiono tutti, ospite compreso? A buon intenditor…



Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011