Immagine di profilo di Scisciano Notizie
Altre Notizie dell'utente


Scisciano: intervista al vicesindaco dr. Eduardo Nava
La Redazione di Scisciano Notizie attraverso il giornalista Raffaele Ariola ha intervistato Eduardo Nava vicesindaco di Scisciano con delega al Bilancio. Dr. Nava Lei è indubbiamente...



Scisciano: c'è qualcosa di nuovo....
Sembra normoritmico il polso politico-amministrativo dei nostri cittadini. E' presto ancora o, "gatta ci cova"? Tentiamo di scoprirlo. Intanto presentiamo una prima intervista fatta all'ingegnere...



Buon Anno dal Direttore di Scisciano Notizie
E’ stato un anno difficile per l’Italia e per gli italiani, un anno di sacrifici e di promesse non mantenute. E’ stato un anno in cui i cittadini hanno potuto toccare con mano, come...



Scisciano. L’Assessore Giuseppe La Rezza “ Voglio essere ancora protagonista per ricostruire la speranza”
Dottore La Rezza, lei è sicuramente tra gli amministratori di punta nel nostro paese per la sua esperienza, per i ruoli assunti. L'impegno amministrativo a cui è principalmente legata...



Scisciano - Intervista al Prof. Edoardo Serpico Assessore all’Urbanistica.
Scisciano 27 gennaio 2011. Il professore ha gentilmente accolto il nostro invito ad illustrare il nuovo assetto organizzativo reso all’Ufficio Tecnico Comunale di Scisciano. La nostra...



Scisciano. Il dr Di Palma Carmine lancia la sua candidatura a sindaco
Abbiamo avuto il piacere di intervistare il Dottore Carmine Di Palma, stimato medico, valente politico, grande sportivo e medico della Juvenes Scisciano. Le chiediamo Dottore: Nel campo politico lei...



I segni dell'inciviltà
Ingombranti sacchi neri giacciono da mesi lungo la strada periferica della località Spartimento di Scisciano, dove la raccolta differenziata ha raggiunto apprezzabili risultati. Cinque,...



Scisciano. Rifondazione Comunista:”dalla parte dei cittadini”
Intervista all’avv. Dioguardi Sabatino segretario politico del Partito Rifondazione Comunista di Scisciano, ci pregiamo di chiedergli: DA STORICO COMUNISTA DEGLI ANNI CHE "FURONO" AD ATTUALE...



Scisciano. I Residenti di Corso Umberto I° diffidano l’amministrazione comunale
Continuano i disagi per mancanza di pressione nella condotta principale dell'acqua che alimenta le abitazioni di Corso Umberto I. I cittadini residenti si organizzano e rendono pubblico il loro...



Scisciano: Un nuovo percorso politico, primarie di coalizione per il candidato sindaco?
Di Scisciano Notizie · creato il 21/01/2013 14:09 · ultima modifica 21/01/2013 14:09 · vista 1172 volte · POLITICA · CAMPANIA


Il prossimo anno ci saranno elezioni nazionali ed amministrative e c’è il rischio che le prime coprano le seconde. Nelle amministrative è molto importante la persona, per cui il candidato sindaco, selezionato attraverso le primarie di coalizione, arriverebbe alla campagna elettorale più rafforzato.

La possibilità di affidarsi alle primarie per scegliere il prossimo candidato sindaco a Scisciano attraverso una onesta e trasparente autocritica, assumendosi le responsabilità politica degli errori del passato, e porre le basi per costruire il futuro della città.
La necessità non più derogabile delle Primarie è rafforzata anche dal fatto che i nomi dei papabili candidati alla poltrona di Sindaco che circolano sul territorio locale presentano similitudine di schieramento o perlomeno l'appartenenza alla stessa area politica.
Le primarie rappresenterebbero è rappresentano lo strumento più adeguato per la scelta del candidato sindaco, garantendo a tutti gli elettori il riavvicinarsi alla vita politica del paese e di essere protagonisti di una scelta importante per il futuro della città. La nostra città ha bisogno di una coalizione di forze ispirate al bene comune, al disinteresse personale, allo spirito di servizio, alla lealtà e alla trasparenza amministrativa. La ricchezza dei diversi percorsi culturali che compongono la coalizione può dare vita a un progetto riformista in grado di coniugare lo slancio verso l'innovazione con il rigore delle politiche di bilancio, alla ricerca di risorse esterne e di nuovi modelli organizzativi per la gestione dei servizi. Il nuovo percorso politico sarà in grado di garantire questi valori attraverso la centralità del Comune, unica istituzione cittadina legittimata dal suffragio universale, con la formazione di una classe dirigente competente ed eletta con il consenso dei cittadini e con un leale sostegno al sindaco per il rilancio di Scisciano.
Scisciano ha bisogno di ritrovare entusiasmo e di tornare a convincersi che ha dentro di sé le energie e la forza necessaria per rilanciare il territorio. Si può ripartire da ciò che funziona e da chi, nonostante la crisi, continua a guardare avanti, investendo sul talento, contribuendo così al benessere della comunità e rilanciando la città, la sua immagine, il merito, la solidarietà e lo sviluppo. Bisogna ripartire dalle idee e da quei principi di rinnovamento e di discontinuità che stavano permeando l’azione e le scelte del Comune. Quel rinnovamento e quella discontinuità che sono chiesti a gran voce dai cittadini e che si ha il dovere di realizzare.
L'esigenza delle primarie rappresenta anche l'inderogabile necessità di coinvolgere, nell'impegno politico, tutta la società civile, le associazioni ed ogni singolo cittadino che voglia offrire la propria disponibilità a partecipare, anche al di fuori dei partiti tradizionali?, consolidando in tal modo, democrazia diretta, coinvolgimento, ed impegno civile.Un momento di democrazia diretta e di partecipazione popolare che, con ogni probabilità, sanciranno, in via definitiva, la restituzione del governo cittadino alla gestione partecipata della cosa pubblica.
La decisione sembra inevitabile si ribadisce più volte la volontà di determinare quella discontinuità, con le ultime esperienze amministrative, succedutesi a Scisciano, sia sul piano sociale che politico, impone a chi si accinge a misurarsi sul terreno del governo locale. Discontinuità che, alla base di un accordo tra i partiti della coalizione, oltre che attraverso la non riproponibilità di formule politico amministrative consunte, con contenuti all’altezza della straordinaria grandezza assunta dai problemi che storicamente investono il territorio, occupazione, viabilità, sviluppo e ambiente in primis, e con metodi e percorsi capaci di attivare il grande capitale, in termini di coscienza democratica e di idee, di cui la nostra comunità dispone.
Nella pratica, è neccessario individuare tappe precise per il rinnovamento della politica a Scisciano. Innanzitutto, rapidissima convocazione del tavolo delle forze politiche. Il tavolo dovrà dare avvio, sulla base di un rinnovato accordo, alla costituzione del tavolo politico-programmatico, con la partecipazione non solo dei partiti ma anche di tutte le associazioni che intendono concorrere alla proposta politica in vista delle prossime amministrative.
Per creare una nuova proposta di governo che superi ogni e qualsiasi esperienza precedente, il "tavolo" dovrà "assumere l’impegno di indicare il candidato a sindaco della coalizione solo dopo aver affidato la scelta alla cittadinanza, mediante lo svolgimento, per la prima volta a Scisciano, delle primarie di coalizione.
<< Le primarie sono la REGOLA e il metodo - dicono quelli del Pd - le abbiamo inventate noi e dobbiamo continuare a farle >>
<< L’importanza delle primarie - affermano quelli del Pdl - avremo primarie per il premier e primarie di programma anche in rete. E’ essenziale stare tra la gente con temi concreti, promuovere una mobilitazione territoriale, avviare iniziative sul territorio>>.

Ci auguriamo che le forze politiche, le associazioni e comitati non si appiattiscano sulla consuetudine di sottostare alle sirene regionali e provinciali per essere artefici, con noi, del futuro di Scisciano, senza bisogno di padrini o di falsi salvatori.
Se la scelta di queste forze politiche ricadesse sul prendere le distanze dalle primarie cittadine, in virtù anche dei nuovi giovani emergenti che si stanno affacciando al mondo della politica, ci lascierebbe attoniti poiché segue logiche che somigliano più alle prassi di vecchi opportunisti che al vento della buona e “nuova” politica.
Sono convinto che le primarie sono lo strumento idoneo per superare le probabili fratture che si potrebbero creare nel nostro Comune tra amministratori stessi e cittadini, per recuperare un clima di simpatia e condivisione con l’elettorato.
Ad ogni modo, fare le primarie potrebbe essere un discorso intelligente.




Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011