Immagine di profilo di Scisciano Notizie
Altre Notizie dell'utente


Scisciano: Un nuovo percorso politico, primarie di coalizione per il candidato sindaco?
Il prossimo anno ci saranno elezioni nazionali ed amministrative e c’è il rischio che le prime coprano le seconde. Nelle amministrative è molto importante la persona, per cui il...



I segni dell'inciviltà
Ingombranti sacchi neri giacciono da mesi lungo la strada periferica della località Spartimento di Scisciano, dove la raccolta differenziata ha raggiunto apprezzabili risultati. Cinque,...



Scisciano - Intervista al Prof. Edoardo Serpico Assessore all’Urbanistica.
Scisciano 27 gennaio 2011. Il professore ha gentilmente accolto il nostro invito ad illustrare il nuovo assetto organizzativo reso all’Ufficio Tecnico Comunale di Scisciano. La nostra...



Scisciano. Rifondazione Comunista:”dalla parte dei cittadini”
Intervista all’avv. Dioguardi Sabatino segretario politico del Partito Rifondazione Comunista di Scisciano, ci pregiamo di chiedergli: DA STORICO COMUNISTA DEGLI ANNI CHE "FURONO" AD ATTUALE...



Scisciano. I Residenti di Corso Umberto I° diffidano l’amministrazione comunale
Continuano i disagi per mancanza di pressione nella condotta principale dell'acqua che alimenta le abitazioni di Corso Umberto I. I cittadini residenti si organizzano e rendono pubblico il loro...



Scisciano. L’Assessore Giuseppe La Rezza “ Voglio essere ancora protagonista per ricostruire la speranza”
Dottore La Rezza, lei è sicuramente tra gli amministratori di punta nel nostro paese per la sua esperienza, per i ruoli assunti. L'impegno amministrativo a cui è principalmente legata...



Scisciano: intervista al vicesindaco dr. Eduardo Nava
La Redazione di Scisciano Notizie attraverso il giornalista Raffaele Ariola ha intervistato Eduardo Nava vicesindaco di Scisciano con delega al Bilancio. Dr. Nava Lei è indubbiamente...



Scisciano. L'On Paolo Russo con il suo sostegno personale lancia il Prof. Eduardo Serpico a futuro candidato Sindaco
Sul prossimo candidato sindaco non ha dubbi l'On Paolo Russo: "il Prof. Eduardo Serpico è l'uomo ideale, a prescindere dall’appartenenza politica". E adesso nel (PD)Centro-Sinistra di...



Scisciano: c'è qualcosa di nuovo....
Sembra normoritmico il polso politico-amministrativo dei nostri cittadini. E' presto ancora o, "gatta ci cova"? Tentiamo di scoprirlo. Intanto presentiamo una prima intervista fatta all'ingegnere...



Scisciano. Il dr Di Palma Carmine lancia la sua candidatura a sindaco
Di Scisciano Notizie · creato il 21/01/2013 13:54 · ultima modifica 21/01/2013 14:06 · vista 2262 volte · POLITICA · CAMPANIA


Abbiamo avuto il piacere di intervistare il Dottore Carmine Di Palma, stimato medico, valente politico, grande sportivo e medico della Juvenes Scisciano. Le chiediamo Dottore:

Nel campo politico lei è Presidente del Consiglio Comunale, ci dia un parere sull'operato dell'Amministrazione.
Il mio impegno politico dura da più di un ventennio, con quattro diverse Amministrazioni. Nell'arco di questi mandati ho rivestito vari ruoli, sempre molto delicati, dove è stato necessario il sacrificio e il senso di responsabilità per ottemperare nel migliore dei modi al compito affidatomi. Quella che adesso ricopro è, appunto, la carica di Presidente del Consiglio Comunale. L'Amministrazione attuale ha ereditato situazioni difficili e complesse e tutto ciò non ci ha permesso di agire così come avremmo voluto. Da un punto di vista personale, come amministratore, ammetto di non sentirmi completamente soddisfatto, avrei voluto fare molto di più, ma la pesante eredità del passato, spesso lega le mani e i presupposti per realizzare quanto si ha in mente si riducono di molto. A dire il vero, negli ultimi cinque anni, l'operato dell'Amministrazione Comunale è andato un pò scemando, la voglia e l'entusiasmo è calato e questa situazione ha provocato di conseguenza anche un impegno non sempre costante. Ma le attenuanti ci sono e anche molto serie. Prima fra tutte l'esigua disponibilità economica a nostra disposizione, causata dagli ingenti tagli che lo Stato ha esercitato nei confronti delle Amministrazioni Comunali. La recessione economica degli ultimi anni ha mortificato tante iniziative svanite sul nascere, accantonate, pur di non penalizzare importanti e fondamentali servizi come, per esempio, il trasporto degli alunni, la mensa scolastica e altro ancora. E' stata fatta, quindi, una scelta oculata e precisa utilizzando i pochi fondi a disposizione essenzialmente per i cosiddetti servizi fondamentali. Credo, poi, che gli sforzi e le attenzioni debbano essere focalizzati sulla cosiddetta pianificazione territoriale, prima di tutto la viabilità, con il potenziamento dell’illuminazione pubblica e la messa in sicurezza delle strade. L’attenzione verso l’annoso problema del lavoro e infine, altro grande valore è senza dubbio la salvaguardia del verde e la riscoperta delle nostre tradizioni locali.

Ormai il prossimo "Quinquennio" incomincia ad apparire all'orizzonte, cosa può dire dei suoi obiettivi, del suo futuro impegno ed in particolare se darà ai suoi elettori il piacere di vederla in una virtuosa lista di persone perbene.

Nonostante i tanti anni in politica e quelli di impegno amministrativo, l’aspirazione personale è rimasta inalterata: ho voglia di fare qualcosa di positivo per il mio paese. Questa voglia e questo entusiasmo sento di poterlo concretizzare anche nel prossimo futuro. Non ho nessun timore ad assumermi la responsabilità, qualora il gruppo a cui faccio riferimento, voglia indicarmi, per le prossime elezioni amministrative, come candidato a Sindaco. Le uniche condizioni perché tutto questo possa realizzarsi sono legate, però, a diversi aspetti: è necessario che il gruppo con il quale ho lavorato in tutti questi anni, rimanga compatto, ritrovi entusiasmo e voglia di fare, si rinnovi come è giusto che sia e si disponga a compiere i sacrifici necessari per migliorare il nostro paese con spirito di servizio, qualità indispensabile che un buon amministratore non può non avere.

Considerando la grande passione che lei ha per lo Sport ed in particolare per il Calcio, interpretando le ansie dei tifosi che vorrebbero godere in pieno le gesta dell’amata squadra, le chiediamo un impegno fermo e deciso sul Campo Sportivo “ piaga purulenta, croce e delizia” del tifoso che soffre e sogna. Si risolveranno tutte le problematiche? Si concederà “ampio spazio” alla Società Juvenes Scisciano per farla diventare sempre più grande?
E’ indispensabile sanare con urgenza l’agibilità della tribuna, caloroso Tempio dei nostri civilissimi ultrà. Sarebbe amaramente mortificante emigrare in altri Stadi.
Senza ombra di dubbio il calcio è una delle mie più grandi passioni avendolo giocato, sin da ragazzo, anche con risultati discreti e poi come in questi ultimi anni ricoprendo il ruolo di medico sociale della squadra del mio paese. Ma ritornando alla questione Campo Sportivo di cui lei mi chiedeva, il nostro impianto è stato per lungo tempo chiuso, per vari motivi. Questa Amministrazione ha avuto il merito di non perdersi d’animo, realizzando importanti lavori strutturali che lo hanno riconsegnato al calcio che conta. Da amministratore sento di poter affermare che c’è la volontà concreta e reale di risolvere, un passo alla volta le problematiche esistenti. Detto questo, è innegabile che bisogna considerare la posizione della società Juvenes Scisciano, una realtà oramai ben consolidata, non solo perché disputa un campionato importante come quello di I° categoria, ma anche perché è stata capace di realizzare, negli anni, un interessante settore giovanile che rappresenta, nel nostro paese, una realtà aggregativa di enorme valenza sociale. Oltretutto, in questo ultimo periodo, la Società sciscianese ha avuto il grande merito, assumendosi l’onere di sistemare il campo di gioco, oltre alla pulizia ordinaria dell’impianto fatta con dedizione ed impegno, di accelerarne l’apertura definitiva.
Riguardo la questione Tribuna, in questo momento stiamo effettuando valutazioni di ordine economico per il necessario collaudo statico. Stiamo svolgendo sondaggi di mercato per verificare la disponibilità di un tecnico, nella fattispecie un ingegnere che possa certificare la staticità della stessa ad un costo competitivo. Dopo di ciò si potrà passare alla fase successiva che è quella della messa in sicurezza e creare in questo modo i presupposti per la fase finale, l’agibilità, che naturalmente è competenza di altri organi.




Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011