Immagine di profilo di Tiziano Torzi
Altre Notizie dell'utente


VERSO ZERO RIFIUTI
Movimento 5 stelle di Ortona66026 Ortonameetup: Movimento 5 Stelle Ortona Al Signor Sindaco del Comune di Ortona al Presidente del Consiglio Comunale ai Sigg. Assessori ai Sigg. Consiglieri...



AUGURI A 5 STELLE E' UN PO' DI SANA INFORMAZIONE
Di Tiziano Torzi · creato il 27/12/2012 13:13 · ultima modifica 27/12/2012 13:34 · vista 1036 volte · ALTRO · ITALIA


Buon Natale a 5 Stelle

Buon Natale a chi non molla, a chi non molla mai. A chi non ha quasi più nulla e oggi si siede a tavola e si scambia uno sguardo fiero, d'acciaio, con la moglie e i suoi figli e questo gli basta. A chi ha l'orgoglio di non essere un corrotto, un mafioso, un parassita del Sistema, di non appartenere alla folta schiera di chi ha piegato la schiena e si è venduto l'anima. Buon Natale a chi crede in se stesso, a chi non si arrende e al mattino, al risveglio, ha la soddisfazione di guardarsi allo specchio. Buon Natale a chi non chiede favori, a chi non si umilia, a chi vive ogni giorno come se fosse l'ultimo. Buon Natale a chi non abbassa la testa di fronte all'arroganza, al potente, a chi non si volta dall'altra parte di fronte a un sopruso, piccolo o grande. Buon Natale a chi non ha paura del futuro, ma lo affronta come una sfida che sa di poter vincere. Buon Natale a chi non abbandona la nave, l'azienda, la fabbrica, all'operaio che lotta per il suo posto di lavoro come se fosse in guerra (ed è in guerra) e al piccolo imprenditore che non chiude neppure se gli sparano. Buon Natale a chi non si aspetta un aiuto dagli altri, ma è sempre pronto a offrirlo. Buon Natale ai ragazzi e alle ragazze del MoVimento 5 Stelle che lo passano al freddo, nei banchetti per raccogliere le firme. Buon Natale ai rompicoglioni, a chi si indigna ancora e ancora e non smette mai di farlo, non si stanca e non accetta le ingiustizie e non lo fermi, non puoi fermarlo. Buon Natale a chi si fa Stato in assenza di uno Stato e dedica il suo tempo alle persone che non hanno niente, ai malati, agli ultimi, ai dimenticati, a chi non ha voce. Buon Natale a chi non crede alla Fortuna e neppure alla Speranza, ma si crea da solo il suo destino. Buon Natale a chi non accetta compromessi, a chi non tollera i ricatti, le minacce. Buon Natale a chi si rifiuta di stare a guardare di fronte allo sfascio dell'Italia e all'arroganza della Casta.

Buon Natale a Cinque Stelle


Riduzione costi della politica 2012:
un obiettivo raggiunto

Da il M5S Piemonte - il 21/12/2012 19:32:42
di Davide Bono

Dopo due anni approvata la nostra riduzione dell’indennità di carica dei consiglieri. Il resto un disastro!

Portata a 6600 € mensili l’indennità di carica dei membri del Consiglio e della Giunta Regionale.

Meglio tardi che mai. Nel maggio 2010 avevo chiesto con una proposta di legge di riportare tale indennità a quella del 1972: 55% dell’indennità del magistrato supremo della Corte di Cassazione, cioè 6470 € invece di 10.000 €. Due anni di battaglie, insulti, minacce e, ironia della sorte, grazie al Governo Monti che l’ha imposto per legge, pena il taglio dei trasferimenti statali, finalmente il Consiglio Regionale si è adeguato.

Tale indennità sarà però accompagnata da un "rimborsone spese” esentasse di ben 4500 € al mese che va a sostituire i rimborsi forfettari (pari a minimo 2400 € per un torinese - massimo 4000 € per un residente a 200 km da Torino) e i gettoni e rimborsi di presenza. Tale “rimborsone” sarà uguale per tutti, residenti a Torino o a 200 km di distanza, partecipanti assidui o desaparecidos delle Commissioni, che così finalmente saranno popolate solo da chi è interessato all'attività legislativa; il tutto, ovviamente, senza giustificazione alcuna delle spese “rimborsate”, ché, viste le recenti indagini, è meglio evitare.

Io la trova una cosa inaccettabile, visto che ogni lavoratore che ne ha diritto (e sono pochi), viene rimborsato a piè di lista. Per questo ho presentato un emendamento per chiedere che il rimborso fosse dietro presentazione di giustificazioni, ma l’Aula, ovviamente, si è opposta.

Alla fine la riduzione sarà minima: parliamo di circa 1000 € al mese per un torinese e 2000 € per un residente a 100-150 km da Torino.

Niente da fare per l’abolizione già da questa legislatura del vitalizio, il privilegio che garantisce una pensione agli ex-consiglieri dopo soli 5 anni di lavoro, né per l’indennità di fine mandato. Ci costano ogni anno almeno7 milioni di euro.

Bocciata anche la rendicontazione voce per voce delle spese di funzionamento dei Gruppi consiliari invece della sola dozzina di macro-voci aggregate, sebbene le recenti vicissitudini con la Guardia di Finanza indicherebbero che sarebbe meglio rendere tutto pubblico o almeno soggetto a controllo “interno” per eventualmente correggere determinate patologie nell’uso di soldi pubblici, prima che si configurino veri e propri reati perseguibili penalmente (anche se i gruppi consiliari sono considerate associazioni non registrate).

Come al solito si poteva fare molto di più, ma con questa classe politica, forse, ad oggi è il massimo.


LETTERA SUL COMPOSTAGGIO
(protocollata il 9 novembre 2012)

Movimento5stelle Ortona
www.movimento5stelleortona.it

Al Signor Sindaco del Comune
di Ortona

al Presidente del Consiglio Comunale

ai Sigg. Assessori

ai Sigg. Consiglieri del Comunali

agli Organi di Stampa

Oggetto: Richiesta compostiera domestica

Signor Sindaco,

Molti si lamentano dei rifiuti, del loro ingombro, della loro vista, del loro odore, ma pochissime persone si danno da fare per cercare di trovare delle soluzioni.
Da un pò di tempo diversi ragazzi del Movimento 5 Stelle stanno studiando soluzioni concrete per cercare di far fare ad ogni cittadino il suo gesto virtuoso quotidiano, unica soluzione reale alla risoluzione di un problema molto sentito nel nostro comune.
Ricordiamo come l'emergenza “umido” stia attanagliando il nostro territorio, ingolfando la discarica di Ortona la quale, non essendo inserita nel Consorzio, paga circa 95 euro a tonnellata. Nonostante l'impegno per disimpegnare il nostro centro di raccolta, lo stesso Consorzio con difficoltà riesce ad accettare altro umido dal nostro Comune.
I ragazzi propongono dei principi basilari basati sulle 4 R:
- Riduzione
- Riutilizzo
- Riciclo
- Riparazione
e su metodi di raccolta basati sulla raccolta differenziata e sul compostaggio domestico.
Uno dei punti molto importanti è proprio il compostaggio domestico.
Il compost, detto anche terricciato o composta, è il risultato della decomposizione e dell'umificazione di un misto di materie organiche (come ad esempio residui di potatura, scarti di cucina, letame, liquame o i rifiuti del giardinaggio come foglie ed erba sfalciata) da parte di macro e microrganismi in condizioni particolari: presenza di ossigeno ed equilibrio tra gli elementi chimici della materia coinvolta nella trasformazione.

A circa 6 mesi si avrà il risultato: un concime ottimo per piante e colture in genere in totale rispetto dell'ambiente e con una riduzione sensibile del rifiuto “umido” che è quello più costoso per il Comune in quanto non riciclabile, ma conferibile unicamente in discarica.
La nostra città di Ortona è già da tempo Comune Riciclone abruzzese. Perchè non approfittarne, aumentando ancora di più la sensibilità di noi cittadini inserendo il compostaggio domestico, per gli abitanti che possiedono almeno 50 mq di terreno su cui sfruttare questa preziosa opportunità?

Il Comune stesso potrebbe farsi promotore di un compostaggio (trattamento meccanico manuale, da non confondere con il trattamento meccanico biologico che prevede una combustione e quindi altro inquinamento ed emissioni a sfavore dei cittadini, o peggio biomasse oltre i 50 Mwatt adatte a bruciare i CDR, o peggio il più temuto termovalorizzatore), che non solo ci svincolerebbe da qualsivoglia Consorzio, ma che produrrebbe un compost utile per l'agricoltura nel nostro territorio.
Ricordiamo come il vino, l'uva e l'agricoltura in genere siano stati per lungo tempo il fiore all'occhiello della nostra città.
Primato che però negli anni abbiamo perso nonostante il biologico sia portato stoicamente avanti dalle nostre cantine e dai nostri agricoltori.
Questo comportamento virtuoso da parte del Comune come anche di noi cittadini porterebbe in definitiva ad una serie di risultati notevoli:
sensibilizzazione del cittadino
riduzione della quantità di rifiuti “umidi”
riduzione nel tempo della TIA attuale TARSU
aiuto concreto all'enogastronomia locale
avvicinamento del nostro comune all'obiettivo “RIFIUTO ZERO”

Auspichiamo una Vostra celere risposta sull'argomento. In alternativa chiederemo il parere ai nostri concittadini con una apposita raccolta firme.
Alleghiamo una domanda fac-simile per la richiesta della compostiera domestica.

MOVIMENTO 5 STELLE DI ORTONA

 




Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011