Immagine di profilo di RifondaNews
Altre Notizie dell'utente


Intervista di Libera Tv a Paolo Ferrero



La missione di Ferrero “Curdi in trappola tra Isis e Turchia”
di Mariateresa Totaro – Il fatto quotidiano - La Turchia preferisce armare l’Isis, piuttosto che aprire un dialogo con i curdi, che fanno proposte democratiche di gestione del...



Contro il FiscalCompact e l’austerità VENERDì 1 FEBBRAIO ALLE 18 INCONTRO CON INGROIA, FERRERO, MéLENCHON
Assemblea pubblica con Antonio Ingroia, Jean-Luc Mélenchon e Paolo Ferrero, con Fabio Amato, responsabile Esteri di Rifondazione comunista.



“Disoccupazione: una questione di classe”, articolo di Paolo Ferrero su Confronti
di Paolo Ferrero, segretario di Rifondazione comunista - La disoccupazione è il principale problema dell’Italia. Milioni di disoccupati, di precari e sottoccupati, di persone che hanno smesso di...



#Ilva a fianco dei lavoratori, contro Riva
Nell’esprimere la solidarietà ai lavoratori dell’ILVA che difendono con la lotta il loro posto di lavoro, voglio innanzitutto esprimere le mie felicitazioni per gli arresti di vari dirigenti...



Aeroporti Toscana, Ferrero: «Renzi ha commissariato Regione e Rossi»
  DefSemiHidden="true" DefQFormat="false" DefPriority="99" LatentStyleCount="267"< UnhideWhenUsed="false" QFormat="true" Name="Normal"/< UnhideWhenUsed="false"...



NO TAV, FERRERO (PRC – FDS) SCRIVE UNA LETTERA A MONTI
Questa mattina, 2 marzo, è stata consegnata alla Presidenza del Consiglio una lettera aperta di Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista – Federazione della Sinistra, nella quale...



Bersani contro Hollande sul fiscal compact: una vera follia
La presa di posizione di Bersani sulla necessità di approvare il Fiscal Compact è una vera follia. Com’è noto Hollande si è pronunciato contro l’approvazione del Fiscal Compact, un provvedimento...



Decadenza Berlusconi è segnale positivo di moralità. Ora il problema è tutto nel Pdl
La Giunta ha votato la decadenza di Berlusconi: bene, è un importante segnale di moralità per il paese.  Adesso il problema è tutto del PDL che ha un leader pluricondannato per reati gravi, che...



Bene Corte Ue su maltrattamenti a G8 Genova. Fare piena luce su catena di comando di quelle giornate cilene.
Un plauso alla Corte europea dei diritti dell’Uomo di Strasburgo che oggi ha giudicato ammissibili i ricorsi presentati da 20 cittadini per i maltrattamenti subiti nei giorni del G8 di Genova,...



ART 81 COSTITUZIONE – FERRERO (PRC – FEDERAZIONE DELLA SINISTRA): APPELLO A BERSANI E DI PIETRO PER PERMETTERE REFERENDUM SU MODIFICA COSTITUZIONALE RELATIVA PAREGGIO DI BILAN
Di RifondaNews · creato il 04/03/2012 18:45 · vista 617 volte · POLITICA · ITALIA


Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – FdS, ha inviato oggi una lettera aperta a Bersani e Di Pietro per chiedere che la modifica dell’articolo 81 della Costituzione non avvenga con una maggioranza dei due terzi dei parlamentari in modo da rendere possibile indire un referendum contro questa costituzionalizzazione delle politiche neoliberiste che ci hanno portato alla  crisi. Lettera aperta a Pierluigi Bersani e Antonio Di Pietro. Caro Pierluigi, caro Antonio, Vi scrivo questa lettera perché domani riprenderà l’iter parlamentare della modifica dell’articolo 81 della Costituzione relativo al pareggio di bilancio. Si tratta di una norma assai rilevante che avrà grandissime ripercussioni sul paese e sulla vita dei cittadini e delle cittadine italiane. Una volta inserito l’obbligo del pareggio di bilancio in Costituzione, questo resterà infatti  in vigore per i prossimi decenni. So che su questo tema abbiamo pareri opposti: voi concordate con questa norma, io la considero un errore drammatico. Non è però di questo che voglio parlarvi. Non penso che sarebbe sufficiente una lettera aperta per convincervi a cambiare opinione in merito alle politiche neoliberiste che ci hanno portato alla crisi e che questa norma vuole addirittura inserire in Costituzione. Vi scrivo per un problema di democrazia. Questa modifica costituzionale è assai rilevante e la saggezza dei nostri padri costituenti ha previsto che le modifiche costituzionali possano essere sottoposte a referendum confermativo. Il punto è che le modifiche costituzionali possono essere sottoposte a referendum confermativo solo se non sono espressione in parlamento di una maggioranza che superi i due terzi dei parlamentari. Oggi le forze politiche in Parlamento – anche in virtù di una sciagurata legge elettorale – sono pressoché completamente favorevoli a questa modifica . Non è detto che sia così nel paese. Per questo vi chiedo di salvaguardare la possibilità che forze politiche e sociali esterne al parlamento possano misurarsi con la possibilità di raccogliere le firme per sottoporre a referendum questa modifica costituzionale. Vi chiedo quindi di lasciare al popolo italiano la possibilità – se emergerà una volontà in tal senso – di esprimersi su questa modifica attraverso un referendum popolare. Mi pare un elementare principio di democrazia visto che, nelle campagne elettorali che hanno portato all’elezioni di questo parlamento, non è mai stato proposto dalle forze politiche la costituzionalizzazione del pareggio di bilancio. Non vi chiedo quindi di modificare il vostro voto positivo a questa modifica costituzionale ma mi appello a voi affinché il numero di parlamentari che approva questa norma non raggiunga i due terzi del totale, in modo da non rendere impossibile l’attivazione delle procedure per sottoporre a referendum popolare la modifica della Costituzione stessa. Mi rivolgo a voi perché – al di la delle differenze politiche che abbiamo - sono certo che i temi della difesa della democrazia e della sovranità popolare non vi lasciano indifferenti. Un caro saluto, Paolo Ferrero Segretario nazionale - Rifondazione Comunista – Federazione della Sinistra



Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011