Immagine di profilo di RifondaNews
Altre Notizie dell'utente


Invece di denunciare chi dice la verità la Fiat la smetta di ricattare i lavoratori
Ho visto che la Fiat ha deciso di denunciarmi perché ho detto quello che tutti sanno ma tutti tacciono: la Fiat ha ricattato i lavoratori per spingerli a non fare sciopero e questo è un comportamento...



VIDEO Paolo Ferrero e Vassili Primikiris (Syriza)- Festa Nazionale di Liberazione – 2 luglio 2012



Diritti tv, stop lavori Camere è scandaloso: governo e parlamento al servizio di Berlusconi!
La decisione di sospendere i lavori di Camera e Senato come chiesto dal Pdl è uno scandaloso regalo a Berlusconi: questo governo è al suo totale servizio. Il parlamento rappresenta il popolo...



Solidarietà a Antonio Ingroia per le vergognose minacce ricevute, non fermeranno Rivoluzione civile
Tutta la mia solidarietà e quella di Rifondazione comunista ad Antonio Ingroia per le vergognose minacce ricevute. Non fermeranno la nostra Rivoluzione civile con questi atti indegni e vili. Si...



Bentornati ai tre operai reintegrati a Melfi. La Costituzione impedisce a Marchionne di comportarsi come un monarca assoluto!
Domani rientreranno a Melfi i tre lavoratori licenziati dalla Fiat durante uno sciopero e giustamente reintegrati, grazie all’impegno e al ricorso della Fiom: una bella lezione per il “padrone della...



Da governo israeliano ennesima azione criminale contro i palestinesi
Quella di stamani è l’ennesima azione criminale attuata dal governo israeliano contro la popolazione palestinese della Striscia di Gaza. L’unico scopo del governo israeliano è impedire...



Dati #Istat, #recessione gravissima: il governo Monti sta facendo solo danni! Se ne vadano a casa
I dati Istat indicano che l’Italia è in una recessione gravissima che è dovuta alle sciagurate politiche europee e governative. Siamo nella situazione peggiore dal secondo dopoguerra: i salari al...



#NoMuos domani manifestazione a Palermo contro la regione e il governo che voltano le spalle alla volontà popolare
Rifondazione da sempre è a fianco della popolazione nel dire “no” a questo progetto militare che prevede una ulteriore militarizzazione del territorio; per questo parteciperemo alla...



#Esodati Inps certifica che sono molti di più e il governo sapeva: #Fornero dia le dimissioni!
I numeri dell’Inps parlano chiaro: gli esodati sono quasi 400mila, molti di più di quanti sarebbero inclusi nella proposta di “salvaguardia” contenuta nel decreto del governo e l’esecutivo era a...



Bene Di Pietro contro i montiani: costruiamo insieme coalizione che rappresenti #alternativa a queste politiche
Sono contento che Di Pietro abbia accolto positivamente l’appello a costruire una coalizione alternativa ai montiani. Noi siamo impegnati a costruire una lista unitaria di sinistra e con...



ART 81 COSTITUZIONE – FERRERO (PRC – FEDERAZIONE DELLA SINISTRA): APPELLO A BERSANI E DI PIETRO PER PERMETTERE REFERENDUM SU MODIFICA COSTITUZIONALE RELATIVA PAREGGIO DI BILAN
Di RifondaNews · creato il 04/03/2012 18:45 · vista 712 volte · POLITICA · ITALIA


Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – FdS, ha inviato oggi una lettera aperta a Bersani e Di Pietro per chiedere che la modifica dell’articolo 81 della Costituzione non avvenga con una maggioranza dei due terzi dei parlamentari in modo da rendere possibile indire un referendum contro questa costituzionalizzazione delle politiche neoliberiste che ci hanno portato alla  crisi. Lettera aperta a Pierluigi Bersani e Antonio Di Pietro. Caro Pierluigi, caro Antonio, Vi scrivo questa lettera perché domani riprenderà l’iter parlamentare della modifica dell’articolo 81 della Costituzione relativo al pareggio di bilancio. Si tratta di una norma assai rilevante che avrà grandissime ripercussioni sul paese e sulla vita dei cittadini e delle cittadine italiane. Una volta inserito l’obbligo del pareggio di bilancio in Costituzione, questo resterà infatti  in vigore per i prossimi decenni. So che su questo tema abbiamo pareri opposti: voi concordate con questa norma, io la considero un errore drammatico. Non è però di questo che voglio parlarvi. Non penso che sarebbe sufficiente una lettera aperta per convincervi a cambiare opinione in merito alle politiche neoliberiste che ci hanno portato alla crisi e che questa norma vuole addirittura inserire in Costituzione. Vi scrivo per un problema di democrazia. Questa modifica costituzionale è assai rilevante e la saggezza dei nostri padri costituenti ha previsto che le modifiche costituzionali possano essere sottoposte a referendum confermativo. Il punto è che le modifiche costituzionali possono essere sottoposte a referendum confermativo solo se non sono espressione in parlamento di una maggioranza che superi i due terzi dei parlamentari. Oggi le forze politiche in Parlamento – anche in virtù di una sciagurata legge elettorale – sono pressoché completamente favorevoli a questa modifica . Non è detto che sia così nel paese. Per questo vi chiedo di salvaguardare la possibilità che forze politiche e sociali esterne al parlamento possano misurarsi con la possibilità di raccogliere le firme per sottoporre a referendum questa modifica costituzionale. Vi chiedo quindi di lasciare al popolo italiano la possibilità – se emergerà una volontà in tal senso – di esprimersi su questa modifica attraverso un referendum popolare. Mi pare un elementare principio di democrazia visto che, nelle campagne elettorali che hanno portato all’elezioni di questo parlamento, non è mai stato proposto dalle forze politiche la costituzionalizzazione del pareggio di bilancio. Non vi chiedo quindi di modificare il vostro voto positivo a questa modifica costituzionale ma mi appello a voi affinché il numero di parlamentari che approva questa norma non raggiunga i due terzi del totale, in modo da non rendere impossibile l’attivazione delle procedure per sottoporre a referendum popolare la modifica della Costituzione stessa. Mi rivolgo a voi perché – al di la delle differenze politiche che abbiamo - sono certo che i temi della difesa della democrazia e della sovranità popolare non vi lasciano indifferenti. Un caro saluto, Paolo Ferrero Segretario nazionale - Rifondazione Comunista – Federazione della Sinistra



Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011