Immagine di profilo di RifondaNews
Altre Notizie dell'utente


10° anniversario Sinistra Europea, 9 maggio, Roma
Mattina del 9 Maggio, dalle 10 alle 12.00 hotel Nazionale in Piazza Montecitorio Tavola rotonda “ 9 Maggio 2004- 9 Maggio 2014 Sinistra Europea, dieci anni dopo, le sfide per...



Italicum, oltre ad essere una legge contro le minoranze è anche una legge contro le donne
Che l’’italicum fosse una legge elettorale contro le minoranze, peggiore del porcellum lo sapevamo già. Adesso sappiamo anche che è una legge contro le donne. Una legge pensata consapevolmente...



Lampedusa, una nuova tragedia: fare subito corridoio umanitario, cancellare Bossi-Fini
Una nuova tragedia a Lampedusa, non sappiamo ancora chi e quante siano le persone morte a largo delle nostre coste e ci auguriamo che il numero delle vittime non cresca, come abbiamo dovuto purtroppo...



Tagli allo stato sociale, necessaria un’inversione
- editoriale pubblicato da L’Unità di martedì 3 aprile – La crisi sta producendo aumento di povertà, disuguaglianze, disoccupazione. Lo stato sociale andrebbe rafforzato per...



#crisi 50 euro al mese a pensioni e stipendi grazie a tassa su grandi ricchezze e tetto pensioni d’oro
Rivoluzione Civile propone di aumentare pensioni e stipendi di 50 euro al mese da finanziare attraverso una tassa sulle grandi ricchezze, un tetto agli stipendi dei parlamentari, alle pensioni d’oro...



Vergognose cariche contro studenti antifascisti. No a convegni di estrema destra nelle università pubbliche
Le cariche contro gli studenti che giustamente protestavano contro un convegno di estrema destra che si stava svolgendo in una università pubblica sono semplicemente vergognose. È indecente che le...



Rifondazione lancia piano per 2 milioni di posti di lavoro e referendum su trattati europei che stanno distruggendo l’Italia
Il Comitato Politico Nazionale di Rifondazione Comunista ha varato oggi il Piano per il lavoro che prevede la creazione in 3 anni di due milioni di posti di lavoro, individuando dove prendere le...



Ricordiamo Falcone e le altre vittime di Capaci. Verità e giustizia sul rapporto tra Stato e mafia
  Ricordiamo oggi Giovanni Falcone e le persone che sono state uccise con lui nella strage di Capaci, il 23 maggio 1992. Chiediamo verità e giustizia per loro e per tutte le vittime delle...



#lavoro Fornero disperata? Pensi i milioni di disoccupati, i precari, i lavoratori! Le risorse ci sono, basta smettere di finanziare le banche e disdire il Fiscal compact
La Fornero si dice disperata per i tagli e dice non avere risorse per il fondo per le politiche sociali: vergogna! La verità – e la Fornero lo sa benissimo – è che i fondi ci sarebbero ma vengono...



#Elezioni Monti pensa a nuovo contratto di #lavoro: lavoratore ha tutti i #diritti ma può essere licenziato se cerca di farli rispettare
Monti pensa a un nuovo contratto di lavoro: il lavoratore ha tutti i diritti ma può essere licenziato se cerca di farli rispettare. Altro che “tecnici” moderati: Monti rappresenta la...



ART 81 COSTITUZIONE – FERRERO (PRC – FEDERAZIONE DELLA SINISTRA): APPELLO A BERSANI E DI PIETRO PER PERMETTERE REFERENDUM SU MODIFICA COSTITUZIONALE RELATIVA PAREGGIO DI BILAN
Di RifondaNews · creato il 04/03/2012 18:45 · vista 664 volte · POLITICA · ITALIA


Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – FdS, ha inviato oggi una lettera aperta a Bersani e Di Pietro per chiedere che la modifica dell’articolo 81 della Costituzione non avvenga con una maggioranza dei due terzi dei parlamentari in modo da rendere possibile indire un referendum contro questa costituzionalizzazione delle politiche neoliberiste che ci hanno portato alla  crisi. Lettera aperta a Pierluigi Bersani e Antonio Di Pietro. Caro Pierluigi, caro Antonio, Vi scrivo questa lettera perché domani riprenderà l’iter parlamentare della modifica dell’articolo 81 della Costituzione relativo al pareggio di bilancio. Si tratta di una norma assai rilevante che avrà grandissime ripercussioni sul paese e sulla vita dei cittadini e delle cittadine italiane. Una volta inserito l’obbligo del pareggio di bilancio in Costituzione, questo resterà infatti  in vigore per i prossimi decenni. So che su questo tema abbiamo pareri opposti: voi concordate con questa norma, io la considero un errore drammatico. Non è però di questo che voglio parlarvi. Non penso che sarebbe sufficiente una lettera aperta per convincervi a cambiare opinione in merito alle politiche neoliberiste che ci hanno portato alla crisi e che questa norma vuole addirittura inserire in Costituzione. Vi scrivo per un problema di democrazia. Questa modifica costituzionale è assai rilevante e la saggezza dei nostri padri costituenti ha previsto che le modifiche costituzionali possano essere sottoposte a referendum confermativo. Il punto è che le modifiche costituzionali possono essere sottoposte a referendum confermativo solo se non sono espressione in parlamento di una maggioranza che superi i due terzi dei parlamentari. Oggi le forze politiche in Parlamento – anche in virtù di una sciagurata legge elettorale – sono pressoché completamente favorevoli a questa modifica . Non è detto che sia così nel paese. Per questo vi chiedo di salvaguardare la possibilità che forze politiche e sociali esterne al parlamento possano misurarsi con la possibilità di raccogliere le firme per sottoporre a referendum questa modifica costituzionale. Vi chiedo quindi di lasciare al popolo italiano la possibilità – se emergerà una volontà in tal senso – di esprimersi su questa modifica attraverso un referendum popolare. Mi pare un elementare principio di democrazia visto che, nelle campagne elettorali che hanno portato all’elezioni di questo parlamento, non è mai stato proposto dalle forze politiche la costituzionalizzazione del pareggio di bilancio. Non vi chiedo quindi di modificare il vostro voto positivo a questa modifica costituzionale ma mi appello a voi affinché il numero di parlamentari che approva questa norma non raggiunga i due terzi del totale, in modo da non rendere impossibile l’attivazione delle procedure per sottoporre a referendum popolare la modifica della Costituzione stessa. Mi rivolgo a voi perché – al di la delle differenze politiche che abbiamo - sono certo che i temi della difesa della democrazia e della sovranità popolare non vi lasciano indifferenti. Un caro saluto, Paolo Ferrero Segretario nazionale - Rifondazione Comunista – Federazione della Sinistra



Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011