Immagine di profilo di 2.zeno
Altre Notizie dell'utente


Pussy Riot - Teppismo motivato da odio religioso
visita il blog di 2.zeno: http://duepuntozeno.blogspot.it Le tre ragazze del gruppo punk Pussy Riot sono state condannate a due anni di reclusione per "teppismo motivato da odio...



Rapporto annuale 2012 - Amnesty International
Visita il blog www.duepuntozeno.blogspot.it Amnesty International è una ONG (Organizzazione Non Governativa) nata nel 1961 che si occupa del rispetto e della promozione dei diritti umani in tutto...



Se anche il Diavolo dice NO al razzismo
http://duepuntozeno.blogspot.it/2013/01/il-diavolo-dice-no-al-razzismo.htmlBusto Arsizio - Era in programma ieri la partita amichevole tra Milan e Pro Patria, che in verità si è...



Giornata Mondiale contro la Tortura
visita http://duepuntozeno.blogspot.it/ La tortura è un metodo di coercizione fisica o psicologica, talvolta inflitta con il fine di punire o di estorcere delle informazioni o delle confessioni;...



La ragazza dal reggiseno blu
Guardo le immagini riprese da un palazzo del Cairo in Egitto, dove non si placano le proteste da parte di chi sogna e pretende un paese libero dalla repressione e davvero democratico. Si vedono...



α-βeto del 2011
Alfabeto del 2011 - Un intero anno dalla A alla Z A - Amy Winehouse b - Bin Laden Osama C - Crisi d - Dimissioni E - Egitto f - Fukushima G - Grecia h - Hacker (Anonymous) I -...



Sono razzista
Premetto questo: provo un serio e dichiarato disprezzo razziale verso l'unica razza che conosco, i razzisti. Intendiamoci, non i razzisti in quanto costruttori di razzi, ma i razzisti in quanto, se...



TARANTOLATI ... Taranto, ILVA, lotta impari tra la morte e la morte.
Di 2.zeno · creato il 16/08/2012 22:31 · ultima modifica 16/08/2012 22:33 · vista 1076 volte · SIC. LAVORO · PUGLIA


Premessa Articolo 41 della Costituzione Italiana L'iniziativa economica privata è libera. Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana. La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l'attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali. Articolo 25 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo 1. Ogni individuo ha il diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia, con particolare riguardo all'alimentazione, al vestiario, all'abitazione, e alle cure mediche e ai servizi sociali necessari, ed ha diritto alla sicurezza in caso di disoccupazione, malattia, invalidità vedovanza, vecchiaia o in ogni altro caso di perdita dei mezzi di sussistenza per circostanze indipendenti dalla sua volontà. 2. La maternità e l'infanzia hanno diritto a speciali cure ed assistenza. Tutti i bambini, nati nel matrimonio o fuori di esso, devono godere della stessa protezione sociale. visita il blog di 2.zeno: http://duepuntozeno.blogspot.it/ Lotta impari tra la morte e la morte Taranto e l'ILVA sono nomi che in questi giorni si sentono spesso in giro. I giornali fanno a gara a chi spara il titolo più incisivo sulla vicenda in corso. L'Italia e gli italiani finalmente si rendono conto dell'enorme problema che affligge tutta la città e l'intero territorio circostante. Purtroppo questa è una vicenda che va avanti da decenni e gli abitanti di Taranto e provincia la conoscono bene. L'aria rossa, le colonne di fumo altissime, le ciminiere senza fine, la distesa di impianti, capannoni, nastri trasportatori, depositi, palazzoni grigi sono ormai parte del paesaggio. Grazie alla caparbia e alla diligenza di un giudice ora questo mastodontico problema può diventare la spinta per aprire una discussione sulla situazione dell'impatto ambientale che le aziende hanno sul territorio e sulle persone. È vero oggi l'ILVA dà lavoro a migliaia di persone e contribuisce in modo non indifferente allo sviluppo, se pur sotto zero, del Paese, ma a quale prezzo? Il ricatto del lavoro per la salute è ormai anacronistico. Ci sono i mezzi per garantire la produzione e mettere in sicurezza l'area. Anche se questo dovesse significare bloccare tutto, installare i dispositivi di sicurezza e riavviare la produzione. Ovviamente portando avanti una seria opera di bonifica del territorio. Non si può bloccare la produzione? L'impianto non ripartirebbe più? Allora come la mettiamo con le persone. Si, le persone, quelle che lì ci vivono, quelle che all'ILVA ci lavorano e quelle che non ci hanno mai messo piede, ma che hanno lo stesso destino segnato da una morte lenta per tumore o leucemia o malattie respiratorie. Per non parlare poi dei migliaia di animali abbattuti perché contaminati da diossina e dei campi che rimarranno incoltivabili per chissà quanti anni. Non si può morire per lavorare, non si può uccidere per correre dietro al progresso, una sola vita umana vale 100 acciaierie. Su questo spero che siamo tutti d'accordo. Parliamo di PIL, di economia, di produzione, di orgoglio nazionale per la più grande acciaieria d'Europa, e poi di giustizia crocifiggendo un giudice solo perché ha fatto bene il suo lavoro. Infatti domani si recheranno a Taranto i ministri Corrado Passera (ministro per lo sviluppo economico, ministro delle infrastrutture e dei trasporti), Corrado Clini (ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare) e la ministra Paola Severino (ministro della giustizia), mentre del ministro della salute (Renato Balduzzi) non si ha notizia. Probabilmente nessuno lo ha interpellato sul caso o probabilmente una svista. Una svista, quella sulla salute che dura da decenni. Anche il ministro del lavoro magari un giretto a Taranto se lo poteva fare. Comunque quando si tratta di queste visite di cortesia, come ai malati e ai moribondi, il dubbio della presenza di facciata resta sempre. Secondo me visto che nella vicina Melpignano (LE) si tiene in questi giorni la Notte della Taranta, festival dedicato all'antica danza salentina, forse i ministri ne approfitteranno per ballare un po'. In ogni caso balleranno e comunque vada torneranno a Roma un po' Taranto-lati. dal blog di 2.zeno: http://duepuntozeno.blogspot.it/2012/08/taranto-lati.html



Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011