Immagine di profilo di Franco Cilenti
Altre Notizie dell'utente


nuovo numero del periodico Lavoro e Salute. Pubblicato su www.lavoroesalute.org
> Crisi, libertà individuale e disperazione > “Sanità, il pericolo è la privatizzazione di fatto. Ecco come...”intervista a Eleonora Artesio> PROSCIUGANO GLI...



In rete il numero di luglio del periodico cartaceo Lavoro e Salute
www.lavoroesalute.orgVITE PRECARIE DI SALUTE E LAVOROALLEANZA POPOLARE per la democrazia e l’uguaglianzaSOMMARIO2-La ribellione degli ultimi? Per il lavoro e per la salute4- Siamo di fronte ad...



E' ONLINE IL NUOVO NUMERO DEL PERIODICO CARTACEO - LAVOROeSALUTE
www.lavoroesalute.org AVVISO AI CITTADINI. Fate attenzione alle favole che vi raccontano L’AZIENDA E LA SALUTE? fanno a pugni Abbiamo fame di infermieri Sovracup: call-center o sportelli...



LA TRUFFA DEL VOTO UTILE: RICATTO E USURA SULLA SPERANZA DI CAMBIAMENTO
Ci stiamo avvicinando al dunque. Mancano pochi giorni di riflessione per milioni di persone ancora indecise se e chi votare. E’ un dubbio che, in particolare, riguarda alcuni milioni di persone...



E' in rete il nuovo numero del periodico Lavoro e Salute
UN NUMERO PER L'ESTATEwww.lavoroesalute.org2 Alzare la testa3 Figli della stessa rabbia3 Stereotipi e pregiudizi6 Arrabbiarsi fa bene al cuore6 L’organizzazione del lavoro e i problemi di...



In rete il nuovo numero di "dire, fare Rifondazione" periodico nazionale del PRC-SE
http://www.rifondazione.it/primapagina/wp-content/uploads/2016/02/dire_fare_novembre_17.pdf> CAMPAGNA PENSIONI NO all’aumento dell’età pensionabile. SI all’abrogazione...



Campagna contro le lunghe liste di attesa per le prestazioni sanitarie
COME EVITARE LE LISTE D'ATTESA IN SANITA'Questa informazione ai cittadini per evitare le liste di attesa non ha lo scopo di valorizzare l’attività privata negli ospedali ma di far...



In rete il numero di maggio del periodico cartaceo Lavoro e Salute
www.lavoroesalute.org3- editoriale. La colpa di sentirsi incolpevoli4- 17 milioni a rischio di povertà assoluta5- I costi dell’illegalità6- Negare l’evidenza7- Immigrazione,...



In rete il numero di novembre del periodico cartaceo Lavoro e Salute
www.lavoroesalute.orgUna Sinistra genuina e popolare, per non dimenticare la storia, per combattere il presente, per progettare il futuro, E’ questo DNA che ha la lista della sinistra coerente,...



Primo maggio di follia repressiva a Torino: un lettore di LavoroeSalute ci racconta
Di Franco Cilenti · creato il 02/05/2014 12:51 · vista 1308 volte · LEGALITA' · PIEMONTE


vi voglio raccontare cosa è successo ieri durante la manifestazione del Primo Maggio ....

Dopo aver portato mio figlio a vedere lo sfilare del corteo e dopo che lo stesso aveva incontrato i suoi amici, mi sono ritrovato casualmente in Via Roma angolo Via Bertola, sotto i portici , con tanta altra gente come me che assisteva pacificamente alla sfilata ...

All'improvviso e senza che fosse accaduto niente che lo giustificasse (e ve lo posso giurare) , è partita una carica violentissima della Polizia ed un pestaggio indiscriminato dei ragazzi e soprattutto delle ragazze in prima fila dello spezzone sotto le bandiere NO TAV, con rovinose cadute a terra, grida disperate e poliziotti assatanati che inseguivano, roteando i manganelli, chiunque fosse nei loro paraggi, giovane o vecchio che fosse .

Solo l'esperienza di "ragazzo di Barriera" mi ha permesso di evitare il peggio e di ritrovarmi con altri cittadini dai capelli grigi come me, che gridavamo a brutto muso di lasciare andare una povera ragazzina finita a terra e presa da un poliziotto .

Alla fine i semplici cittadini gridavano fortissimo ed hanno costretto il poliziotto a lasciar andare via la ragazza .

Poi, dopo interminabili momenti di tensione, il cordone di polizia si è aperto e siamo riusciti ad arrivare in Piazza San Carlo, come credo fosse il diritto di ognuno che aveva partecipato alla manifestazione .

Brutti tempi sono quelli in cui i rappresentanti delle istituzioni ed il maggior partito politico a Torino hanno bisogno della polizia per impedire che la gente arrivi in piazza ed esprima normalmente il suo dissenso .

Brutti tempi sono quelli in cui ragazzi e ragazze dell'età di mio figlio vengono picchiati, gettati a terra, calpestati da persone vestite da guerrieri medievali, senza pietà e senza alcun rispetto per nessuno .

Brutti tempi sono quelli in cui i politici ed i mezzi di informazione, TUTTI, danno versioni distorte e false dei fatti mentre le cose sono andate in modo tutto diverso e per un pelo uno come me , certamente non un pericoloso sovversivo, non si è trovato con una manganellata in mezzo agli occhi .

Brutti tempi sono quelli in cui alla fine il dissenso viene criminalizzato ed etichettato come "provocazione ", "avventurismo" e quant'altro ....

Per quelli come me e come voi, con qualche anno in più sulle spalle, sembra di vedere un triste e tragico "deja vù" , parole già dette e fatti già visti ....

Voi che ancora avete voglia di scrivere e di informare con obiettività , fatelo sempre, ma soprattutto fatelo ora .....




Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011