Immagine di profilo di Lavoro e Salute
Altre Notizie dell'utente


Campagna contro le lunghe liste di attesa per le prestazioni sanitarie
COME EVITARE LE LISTE D'ATTESA IN SANITA'Questa informazione ai cittadini per evitare le liste di attesa non ha lo scopo di valorizzare l’attività privata negli ospedali ma di far...



In rete il nuovo numero di "dire, fare Rifondazione" periodico nazionale del PRC-SE
http://www.rifondazione.it/primapagina/wp-content/uploads/2016/02/dire_fare_novembre_17.pdf> CAMPAGNA PENSIONI NO all’aumento dell’età pensionabile. SI all’abrogazione...



In rete il numero di luglio del periodico cartaceo Lavoro e Salute
www.lavoroesalute.orgVITE PRECARIE DI SALUTE E LAVOROALLEANZA POPOLARE per la democrazia e l’uguaglianzaSOMMARIO2-La ribellione degli ultimi? Per il lavoro e per la salute4- Siamo di fronte ad...



In rete il numero di febbraio di Lavoro e Salute
www.lavoroesalute.org3- editoriale. Impauriti 4- Pensioni, lavoro, salari. Facciamo come in francia 4- Libro. A 50 anni dall’«autunno caldo» 5- Referendum 29 marzo. No al taglio...



PROCESSO THYSSENKRUPP: IN CASSAZIONE TORNA LA GIUSTIZIA DI CLASSE? COMUNICATO STAMPA di MEDICINA DEMOCRATICA
A mezz'ora della mezzanotte del 24 aprile la Corte di Cassazione a Sezioni Unite ha letto il dispositivo della sentenza al seguito dei ricorsi presentati dalla accusa, dalle difese e dall'unica parte...



In rete il nuovo numero del periodico cartaceo Lavoro e Salute
Il PDF SU www.lavoroesalute.org IL GIORNALE INTERATTIVO SUwww.blog-lavoroesalute.org 2- Editoriale. Come si avvita l’Italia4- Il regalo del governo alla polizia: armi di abuso5- Pistola...



Aggressioni negli ospedali in una sanità italiana aggredita dalle politiche di privatizzazione. Militarizzare gli ospedali è una proposta aggressiva.
Il tema della sicurezza psicofisica degli operatori sanitari durante il loro lavoro di cura e assistenza è da non sottovalutare, ma va affrontato come una delle tante problematiche che...



IN RETE IL NUMERO DI DICEMBRE DEL PERIODICO CARTACEO LAVORO E SALUTE
www.lavoroesalute.orgFare un mensile? Vogliamo provarciChi siamoEditoriale. Gli altri siamo noiLe “sardine” e la lotta alle destre populisteDisuguaglianza e voto nelle regioni:...



E' in rete il nuovo numero del periodico Lavoro e Salute
UN NUMERO PER L'ESTATEwww.lavoroesalute.org2 Alzare la testa3 Figli della stessa rabbia3 Stereotipi e pregiudizi6 Arrabbiarsi fa bene al cuore6 L’organizzazione del lavoro e i problemi di...



D.R.G. il cancro nella sanità. Processo al sistema di pagamento a prestazione
Di Lavoro e Salute · creato il 10/10/2011 15:51 · vista 2050 volte · ALTRO · PIEMONTE


"Sono andato per un dolore alla schiena e mi hanno diagnosticato una broncopolmonite. Quattro giorni dopo mi avevano asportato un pezzo di polmone. Oggi ho un'invalidità del 75%". La drammatica testimonianza di Alessio Antoniazza, uno dei pazienti vittima della truffa alla Clinica Santa Rita che parla a margine della presentazione a Palazzo Visconti a Milano del libro di Affari Italiani Editore "ASA IV La clinica degli orrori – Santa Rita: La storia e la sentenza (Per non dimenticare)”, a cura di Federica Mauri e Giuseppe Morello Leggendo oggi, 10 ottobre, questa notizia penso valga la pena riaffermare la battaglia che da anni Medicina Democratica (Parte Civile contro la Clinica Santa Rita) conduce contro questo sistema deviante e criminale per il servizio sanitario pubblico. Riporto l’introduzione del DOSSIER DI “LAVOROeSALUTE” del novembre 2010 VOGLIAMO UN SISTEMA CHE PAGA LA SALUTE E NON LA MALATTIA Proposte per un sistema onesto e utile ai reali bisogni di salute. Il sistema dei DRG è copiato dal sistema americano, privato e fondato sulle assicurazioni. Il Governo di allora ha voluto la legge (502/92) per ragioni di risparmio economico, ma, ideologicamente, perché pensava ad un passaggio nel tempo ad un sistema assicurativo, oppure ad uno misto. In quegli anni sarebbe stato difficile destrutturare la Riforma sanitaria del 1978 che ha creato il servizio sanitario nazionale e si è scelto, furbescamente, di creare delle crepe profonde nel funzionamento modificando l’omogeneità del servizio ai cittadini. Negli ultimi dieci anni le condizioni politiche, sociali e mediatiche consone all’affarismo spregiudicato hanno istituzionalizzato questa deviazione contro i diritti dei malati e il sistema sanitario, con casi di vera e propria truffa ai cittadini e allo Stato (vedi il caso Santa Rita a Milano). Il finanziamento a prestazione delle strutture sanitarie e dei medici. Occorre un vero proprio processo al sistema escort del pagamento a prestazione. All'interno del Glossario del portale del Ministero della Salute i Diagnosis Related Group (DRG) vengono definiti nel modo che segue: "Categoria di pazienti ospedalieri definita in modo che essi presentino caratteristiche cliniche analoghe e richiedano per il loro trattamento volumi omogenei di risorse ospedaliere. Per assegnare ciascun paziente ad uno specifico DRG sono necessarie le seguenti informazioni: la diagnosi principale di dimissione, tutte le diagnosi secondarie, tutti gli interventi chirurgici e le principali procedure diagnostiche e terapeutiche, l'età, il sesso e la modalità di dimissione" Da dove vengono i DRG Il modello di riferimento per il sistema di pagamento basato sui DRG è rappresentato dal Sistema di Pagamento Prospettivo (Prospective Payment System-PPS) utilizzato negli USA dal 1983. Atteggiamenti ed effetti prodotti dai DRG. L'introduzione dei DRG ha portato diversi mutamenti di carattere politico culturale e organizzativo all'interno del Servizio Sanitario Nazionale. Da un punto di vista politico la Riforma sanitaria del 1978 subisce una deviazione. Essa partiva dalla programmazione dei "livelli delle prestazioni sanitarie che devono essere, comunque, garantite a tutti i cittadini" (art. 3, l. 833/78) per arrivare all'individuazione del fabbisogno finanziario del SSN. Gli studi e le indagini di questi anni hanno spesso messo in evidenza come taluni enti non riuscissero a rispettare i parametri fissati dai DRG e come altri li rispettavano a costo di dimettere pazienti non ancora completamente guariti; come taluni abbiano subito organizzato corsi di formazione per i medici perché ci fosse una responsabilizzazione e come altri abbiano delegato il compito al settore infermieristico considerando l'attività dei DRG come mera amministrazione contabile; e, infine, come la definizione dei DRG abbia comportato notevoli differenze di costo per lo stesso DRG tra le diverse regioni. La definizione più compiuta di DRG l'aveva già data Giulio Maccacaro, quando i DRG ancora non c'erano: "curare vorrà allora dire, diagnosticamente, ridurre il malato alla sua malattia, la malattia alla sua localizzazione organica, l'organo malato al danno obiettivabile, il danno a un segno e il segno alla sua misura. Poi ripercorrere, terapeuticamente, il percorso inverso: la correzione del segno mistificata come eliminazione del danno, il silenzio dell'organo come sconfitta della malattia, l'obliterazione della malattia come restituzione della salute" Attaccare i DRG significa attaccare il sistema, contrapporsi alla privatizzazione della sanità ritornare, con una proposta, pur da discutere e da sperimentare, ad una nuova (ed antica) medicina che ha come scopo il non fare ammalare e come oggetto la relazione medico-paziente. Il campo deve essere sgombrato da due rilevazioni che i sostenitori dei DRG ci possono muovere: a) non siamo per il ritorno all'antico, nel senso di rieditare per gli ospedali il finanziamento a giornata di degenza che ha portato a mantenere ricoverate le persone malate oltre ogni limite. Per di più il problema del finanziamento non riguarda solo gli ospedali; b) non riteniamo nemmeno che si tratti di attuare maggiori controlli sull'uso dei DRG da parte di appositi organismi (in Lombardia ci sono i NOC nuclei operativi di controllo). I controlli infatti non garantiscono l'appropriatezza delle prestazioni, ma attribuiscono secondo determinati criteri il DRG corretto di fronte a quanto stabilito dalle SDO (schede di dimissione ospedaliere). www.lavoroesalute.org



Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011