Immagine di profilo di Franco Cilenti
Altre Notizie dell'utente


Facciamo rinascere la 833! L’unico modo per difendere il diritto alla SALUTE
Rosa RinaldiSegreteria PRC-S.E. DIpartimento Sanità e WelfareFranco Cilenti Responsabile Rete Sanità PRC-S.E.Quest’anno il Servizio sanitario nazionale compie quarant’anni,...



Oggi l'ultimo saluto al compagno Mario Valpreda.
Con Mario Valpreda scompare un comunista, un uomo di grande valore, politico, umano, professionale. Fondamentale il suo impegno come Assessore regionale della Sanità del Piemonte, fra il 2005...



In rete il nuovo numero del periodico cartaceo Lavoro e Salute
Il PDF SU www.lavoroesalute.org IL GIORNALE INTERATTIVO SUwww.blog-lavoroesalute.org 2- Editoriale. Come si avvita l’Italia4- Il regalo del governo alla polizia: armi di abuso5- Pistola...



E' on line il nuovo numero del periodico cartaceo Lavoro e Salute. Il primo del trentesimo anno di pubblicazioni
- Un Piemonte malaticcio ECCO COSA CI LASCIANO COTA E I SUOI SOCI, OLTRE ALLE SPESE PAZZE - REGIONE PIEMONTE: la sinistra riconquisti lo spazio perduto di una alternativa - Chi è Tsypras, il...



Lavoro negato e suicidi agevolati
Altri due suicidi dopo l’addio alla vita di Giuseppe Burgarella, tragico atto accusatorio verso questo sistema politico-economico, senza tralasciare le responsabilità sindacali delle tre...



Liberati Bobo Aprile, sindacalista dei Cobas, e i 17 disoccupati. Finalmente è caduta la montatura
Intorno alle 12,00 di Giovedì 20 Ottobre il Tribunale di Brindisi ha deciso di lasciare liberi Roberto Aprile, sindacalista dei Cobas e i 17 disoccupati. Il Comitato dei disoccupati brindisini...



Campagna contro le lunghe liste di attesa per le prestazioni sanitarie
COME EVITARE LE LISTE D'ATTESA IN SANITA'Questa informazione ai cittadini per evitare le liste di attesa non ha lo scopo di valorizzare l’attività privata negli ospedali ma di far...



Brindisi: arrestato Bobo Aprile con altri 11 disoccupati: continua la repressione del disagio sociale
A Brindisi grave attacco a tutti i movimenti che vogliono cambiare questa città! Alle prime luci dell’alba, mentre per le strade di Brindisi si muovevano i camion dell’azienda che cura la raccolta...



Pubblicato in rete il nuovo numero del periodico cartaceo Lavoro e Salute
www.lavoroesalute.org> Appello delle donne ai sindacati: 8 marzo sciopero contro la violenza> Lo stato delle peggiori cose presenti > Nuovi LEA: più sanità...



Il vivo e miltante ricordo della Rivoluzione dei garofani in Portogallo
Di Franco Cilenti · creato il 26/04/2012 00:12 · vista 957 volte · POLITICA · INTERNAZIONALE


Oggi sono in Portogallo, ho partecipato a una grande manifestazione del 25 aprile per celebrare la fine dell'ultima dittatura fascista in Europa avvenuta 38 anni fa per iniziativa dei settori di sinistra dell'esercito. E' passata alla storia come la Rivoluzione dei garofani. Oggi i militari protagonisti della democrazia in Portagallo non hanno partecipato alla manifestazione in segno di protesta contro il recente programma di tagli e austerità del governo di destra in Portogallo. Vasco Lourenço, uno dei capi militari del 1974 e oggi presidente dell’”Associazione 25 aprile” che raggruppa la maggior parte dei militari di quel colpo di Stato, ha dichiarato: “Le misure e i sacrifici imposti ai cittadini oltrepassano il limite del sopportabile e proteggono i privilegiati, aumentano la povertà e svalorizzano il lavoro”. Un'assenza sentita dalle centinaia di migliaia di partecipanti, molti giovani e giovanissimi, tutte le organizzazioni della sinistra, i sindacati e tante giunte municipali di piccoli paesi strangolati dai tagli goivernativi. La rabbia urlata di tante migliaia di persone si è espressa sotto una pioggia persistente che ha accompagnato tutta la manifestazione e sotto lo sguardo di una macchina della polizia e di un furgone, con dentro sei poliziotti, nessuno in assetto antisommossa. La conferma che oggi non stavo in Italia.



Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011