Immagine di profilo di madu
Altre Notizie dell'utente


Hasta la Victoria, Socrates… e che Dio ci conservi Maradona
di OMAR MOUZAKIS Sur y Sur La morte di Socrates, a cui assisto senza sprofondare nella tristezza, simbolizza in qualche modo la morte del calcio. Sembra, anche, un simbolo per ritrarre questa...



L’ultimo addio ad Alda Merini
INVIATE QUESTA MAIL AL COMUNE DI MILANO. DIFFONDETELA TRA TUTTI I VOSTRI AMICI, DENTRO E FUORI FACEBOOK. LO DOBBIAMO AD ALDA MERINI. Grazie! Assessore Stefano Boeri (assessore.boeri...



USA: Wikileaks, Twitter e la privacy violata
Wikileaks, artigli statunitensi su Twitter di Claudio Tamburrino Accesso (senza mandato) garantito alla autorità per tre account Twitter ritenuti legati a Wikileaks. Una decisione pericolosa...



Approvato in Portogallo l’atroce piano di rientro
Il piano di rientro del Portogallo pessimo segnale per i paesi “a rischio” di Goffredo Adinolfi Il Portogallo ha approvato il suo “piano di rientro”, lodato da Ue e Fmi. Ai dipendenti tolta...



Il profitto o la vita?
MSF rilancia la campagna a tutela dei farmaci generici Da sei anni il gigante farmaceutico Novartis porta avanti una causa legale contro l’India che minaccia l’accesso ai farmaci salva-vita a...



Anonymous – #Operation Italy# Attacco al sito di Paniz
” All’attenzione di TUTTI i cittadini italiani! Siamo alle prove generali per l’affermazione di un pensiero unico in Italia. Il giudice delle indagini preliminari di Belluno, Aldo Giancotti, ha...



31 marzo, Milano: Occupyamo Piazza Affari!
Appello per la costruzione di una grande manifestazione nazionale a Milano per Sabato 31 Marzo. Un corteo che dall’università Bocconi, luogo simbolo dell’attuale governo Monti e dei ministri...



La guerra a #WikiLeaks – John Pilger intervista Julian #Assange
Gli attacchi a WikiLeaks e al suo fondatore, Julian Assange, sono una reazione a una rivoluzione dell’informazione che minaccia i vecchi ordini del potere nella politica e nel giornalismo....



Anonymous – Videomessaggio “Operation Assange” # appello ai popoli #
# OpAssange Volantini : English: http://bit.ly/swI3nM (pic) English No.2: http://bit.ly/spbUxB (pdf) German: http://bit.ly/tecMUu (pic) *** IRC Link *** irc.prooops.com port 6667...



Neoliberismo: l’inizio della fine
Di madu · creato il 01/11/2011 22:16 · vista 1389 volte · ECONOMIA · INTERNAZIONALE


Nella recensione del libro di Noam Chomsky del 1999 - ” Sulla pelle viva. Mercato globale o movimento globale?” – vengono anticipate tutte le atrocità del neoliberismo che, negli anni, porteranno poi il nostro pianeta ad una lenta agonia. Chomsky: la brutalità del neoliberismo mercato globale o movimento globale? “Il neoliberismo è il paradigma economico-politico che definisce il nostro tempo: indica l’insieme delle politiche e dei processi che consentono a un gruppo relativamente ristretto di interessi privati di controllare il più possibile la vita sociale allo scopo di massimizzare i propri profitti”. Sono parole di Robert W. McChesney dall’introduzione al volume “Sulla pelle viva. Mercato globale o movimento globale?” di Noam Chomsky (Marco Tropea Editore, ottobre 1999, 224 pagine, 28 mila lire). Nel volume Chomsky analizza il neoliberismo, pone in luce le distorsioni dell’interpretazione della stessa dottrina liberale classica che caratterizzano teoria e prassi degli alfieri postmoderni della deregulation, denuncia lo storico dominio americano (spesso reso possibile, al contrario, proprio da generosi contributi pubblici alel industrie nazionali) e il disegno della Organizzazione mondiale del commercio (vedi Seattle) come longa manus di questo grande imperialismo globale che crea nuove povertà in termini di vita umana e di ambiente naturale tanto al Sud quanto al Nord del mondo. Il problema è che anche le cosiddette forze della sinistra di governo, anche la più “tradizionale”, quella europe, sembrano rassegnarsi all’ineluttibilità della ricetta liberista, sia pure, in qualche caso, con correttivi che la rendano un po’ più digeribile, giusto per evitare incazzature globali (e qui dopo Seattle molti si saranno resi conto di muoversi già sul filo del rasoio…). Scrive ancora McChesney: “Inizialmente associato a Reagan e alla Thatcher, negli ultimi due decenni il neoliberismo è stato il credo economico-politico dominante a livello globale, adottato non solo dai partiti politici di centro e di destra, ma anche da buona parte della sinistra tradizionale. Questi partiti e le politiche adottate rappresentano gli interessi diretti di investitori estremamente ricchi e di meno di un migliaio di grandi imprese”. (leggi tutto --> http://http://ki.noblogs.org/?p=3389



Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011