Immagine di profilo di madu
Altre Notizie dell'utente


Polizia cinese ha aperto il fuoco sui manifestanti tibetani
Dharamsala, 23 gennaio 2012. Un laico tibetano identificato come Yonten e residente a Drango, una città ubicata nella Contea della Prefettura Autonoma di Kandze, è stato ucciso questa mattina...



Anonymous-Analytics: cyberbattaglione pronto a colpire società truffaldine
Anonymous contro le aziende cattive di Mauro Vecchio Una squadra di avvocati, esperti di mercato e tecnici informatici: il collettivo inizierà a pubblicare una serie di documenti sulle pratiche...



Berlinale 2012: Diaz – Non pulite questo sangue
In una sala meno affollata di quanto l’attesa intorno al film facessero sperare, è stato presentato oggi (12 febbraio 2012) nella sezione Panorama Special della Berlinale "Diaz – Non pulite questo...



La macchina militare italiana ingoia ogni anno 27 miliardi di euro: quattro volte il fondo ordinario delle università
Previsione spese militari 2012-2014: Un grottesco carnevale. Un gioco che fa male. Se la situazione di Finmeccanica non lascia spazio a commenti che non siano di disprezzo per lo spreco di...



Un regalo a Natale per le Persone senza Dimora
REGALA IL NATALE@BINARIO95 In questa pagina potrai acquistare regali per te o farne agli ospiti del Binario 95. In ogni caso contribuirai a sostenere le attività di reinclusione sociale delle...



Petizione – Siria: no alla guerra, sì ai diritti umani
Campagna: Syria no war. Siria: no alla guerra, sì ai diritti umani Promossa da: PeaceLink Petizione internazionale urgente alle Nazioni Unite sostenuta da diverse organizzazioni non...



L’ultimo addio ad Alda Merini
INVIATE QUESTA MAIL AL COMUNE DI MILANO. DIFFONDETELA TRA TUTTI I VOSTRI AMICI, DENTRO E FUORI FACEBOOK. LO DOBBIAMO AD ALDA MERINI. Grazie! Assessore Stefano Boeri (assessore.boeri...



Bolivia: gli indios affossano la TAV amazzonica
Il presidente boliviano Evo Morales ha annunciato la sospensione del progetto autostradale contro il quale, da circa un mese, protestavano i nativi Guaranì. Il progetto prevedeva un collegamento...



Tiziano Terzani – Riflessioni sull’economia
Video tratto dai contenuti extra del dvd di "ANAM: l'ultima intervista a Tiziano Terzani"--< http://ki.noblogs.org/?p=3778



Coronavirus | Persone senza fissa dimora e negazione del diritto alle cure
Di madu · creato il 18/03/2020 20:00 · vista 296 volte · SOLIDARIETA' · ITALIA


Emergenza Coronavirus. Un vademecum per istituire la via fittizia

6 Mar, 2020 | Audio, Comunicati stampa, Video

Bisogna occuparsi, e in fretta, di chi non ha un tetto sulla testa ed è costretto a vagare per le città. Diciamo da più di vent’anni che chi vive in strada ha bisogno di una casa e di una residenza per potersi curare ma oggi, ai tempi del coronavirus, queste necessità assumono una drammatica urgenza. La fio.PSD e Avvocato di strada mettono a disposizione di tutti i Comuni un vademecum per deliberare l’istituzione della Via Fittizia, uno strumento necessario per garantire la residenza alle persone senza dimora e, con essa le necessarie cure.

“La residenza anagrafica – sottolinea Cristina Avonto, presidente fio.PSD – è la porta principale di accesso ad una serie di diritti fondamentali ma per tante persone senza dimora resta un diritto inaccessibile. Senza residenza non si ha accesso al sistema sanitario nazionale se non per cure di pronto soccorso, non si può scegliere un medico curante tanto più necessario in questo periodo di emergenza Coronavirus, non si può ricevere una pensione, non si ha diritto all’assistenza dei servizi sociali, in molti casi non si può lavorare. Di fatto non avere la residenza anagrafica rappresenta un ostacolo enorme per chi vive già in una situazione difficilissima”.

“Quella della residenza anagrafica – afferma Antonio Mumolo, presidente di Avvocato di strada – è una delle nostre battaglie storiche. La legge riconosce l’importanza della residenza anagrafica ed è per questo che tutti i Comuni sono obbligati a riconoscerla a chi vive in un dato territorio. Se non hanno una dimora fissa le persone possono prendere la residenza eleggendo domicilio presso un’associazione, una mensa dove sono conosciuti, un dormitorio o presso una via fittizia che, come raccomanda da anni l’ISTAT a tutti i comuni italiani, deve essere istituita proprio a questo scopo. Con questa iniziativa, oltre a sensibilizzare le istituzioni, si è voluto creare una vera e propria guida messa a disposizione di tutti i comuni che non hanno ancora istituito la via fittizia.

“Dare la residenza – concludono Cristina Avonto e Antonio Mumolo – non è una concessione ma un diritto soggettivo. Senza residenza una persona è condannata a vivere nel limbo dell’invisibilità. Con la residenza una persona può intraprendere più facilmente un percorso di recupero e sperare di tornare a vivere una vita dignitosa. Ci auguriamo che grazie al nostro vademecum tutti i comuni decidano di istituire la via fittizia e che questo consenta a tante persone di tornare in possesso dei propri pieni diritti di cittadino. Auspichiamo inoltre che ANCI intenda condividere con tutti i Comuni questo vademecum. Oggi più che mai è evidente che il diritto alla salute è un diritto collettivo: se tutti siamo curati, diminuisce il rischio dei contagi”.

Vai al Vademecum 

 

 

Fonte: Avvocato di strada

Da: ki.noblogs.org






Chi siamo | Contatti | Come Funziona | Condizioni | Privacy | RSS | Webmaster Luciano Ferraro
MioGiornale.com © 2011